Monte Santa Croce

Maria Luisa, la donna che lotto’ contro Napoleone: convegno a Roccamonfina

 ROCCAMONFINA. “Oggi più che mai parlare del ruolo delle donne ai vertici delle istituzioni è non solo importante ma anche necessario”.

Con queste parole Letizia Tari, sindaco di Roccamonfina, presenta l’iniziativa di giovedì pomeriggio nell’aula consiliare del palazzo di città. “Donne e potere. Il caso di Maria Luisa di Borbone, una donna sola contro Napoleone” è un appuntamento con la storia, con l’attualità e con la cultura. L’occasione è data dalla presentazione dell’ultimo libro di Nadia Verdile, storica delle donne, giornalista, che da anni si occupa di ridare visibilità alle protagoniste della storia, nascoste nei libri di storia.

“Il libro della Verdile – continua il primo cittadino – ricostruisce la biografia di una donna di grande temperamento che ha lottato, tra la fine del Settecento e i primi decenni dell’Ottocento, contro quello che potremmo definire il potere per antonomasia. Napoleone, l’uomo che sembrò per anni inarrestabile e invincibile, che le rese l’esistenza impossibile e che la tenne sospesa tra la vita e la morte, da Maria Luisa poi vinto senza fargli guerra”.

Dopo i saluti istituzionali della sindaca Letizia Tari, seguirà l’intervento introduttivo di Emma Petrillo, docente e già assessora alla Cultura del Comune di Roccamonfina; la presentazione sarà affidata a Giuseppina Scognamiglio, docente di Letteratura Teatrale presso l’Ateneo ‘Federico II’ di Napoli. “La sinergia con l’università, attraverso il contributo prezioso della professoressa Scognamiglio – conclude Tari – è solo uno dei tanti tasselli che stiamo mettendo insieme per far crescere il nostro paese”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico