Matese

Ciorlano, piante di marijuana coltivate vicino ruscello

 CIORLANO. Nel corso di una operazione predisposta dalla compagnia carabinieri di Piedimonte Matese, al comando del capitano Salvatore Vitiello, sono state scoperte e sottoposte a sequestro piante di marijuana coltivate su un fondo demaniale, …

… mentre quattro persone sono state denunciate per reati che vanno dalla truffa all’appropriazione indebita, dai maltrattamenti in famiglia all’inosservanza di provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria. A Ciorlano, in località Santo Stefano, nei pressi di un ruscello, i militari della stazione di Prata Sannita, hanno rinvenuto ed estirpato alcune piante di marijuana dell’altezza di circa un metro e mezzo, coltivate all’interno di un’area demaniale protetta, ricadente nel Parco Regionale del Matese. Il peso complessivo dello stupefacente sottoposto a sequestro e di oltre cinque chilogrammi. I militari ora sono impegnati in una ulteriore attività d’indagine tesa ad identificare gli eventuali responsabili della coltivazione. E’ molto probabile che lo stupefacente una volta essiccato sarebbe stato destinato all’attività di spaccio nelle zone del centro cittadino di Piedimonte Matese ed altri comuni dell’Alto Casertano.

Tra luglio e agosto, le operazioni antidroga dei carabinieri di Piedimonte hanno portato all’arresto di cinque spacciatori, alla denuncia di una decina di giovani e al sequestro di numerose dosi di marijuana, eroina e cocaina. Altre piante di marijuana furono rinvenute e sottoposte a sequestro proprio in un giardino pubblico nel centro di Piedimonte Matese alcune settimane fa.

Nel corso delle operazioni, a Piedimonte Matese, un 50enne, è finito nei guai per truffa e appropriazione indebita. Secondo quanto accertato dai militari della locale Stazione, l’uomo, dopo aver ricevuto in prova un’autovettura usata, se ne impossessava illecitamente, versando solo una parte della somma di denaro pattuita. Ancora per truffa e insolvenza fraudolenta, a Piedimonte Matese, è finito nei guai un 55enne, il quale con artifizi e raggiri otteneva per la propria attività commerciale, la fornitura di prodotti per animali, per un importo di oltre cinquemila euro, senza mai versare la somma dovuta ad un altro commerciante del posto. Sempre a Piedimonte Matese, un 41enne del luogo, è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia, in quanto per futili motivi, abusando di bevande alcoliche, in più circostanze minacciava di morte e aggrediva, anche alla presenza dei figli minori, la giovane moglie.

Infine ad Alife, i militari della locale stazione, hanno denunciato un 40enne del posto per inosservanza ai provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria poiché non ha ottemperato alle prescrizioni di una misura cautelare cui è sottoposto per reati contro la persona ed il patrimonio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico