Carinaro

Calcio, la Polisportiva Carinaro ci riprova

 CARINARO. L’Asdp Carinaro comunica che parteciperà al campionato di seconda categoria nuovamente con il nome di “As Formicola Calcio”.

E lo fa con la stessa voglia e passione che hanno caratterizzato il sodalizio sportivo nella stagione scorsa che l’ha portato a sfiorare la promozione sul campo al primo anno di attività. Il presidente Mattiello illustra nei dettagli la nuova stagione.

Allora presidente, si riparte dalla seconda? Ebbene si. Nonostante l’impegno profuso nella ricerca di nuove figure per cercare di portare la squadra in prima categoria resta un po’ di amaro in bocca. Carinaro dimostra di essere un paese pigro sotto questo punto di vista mentre le istituzioni latitano completamente. La partecipazione al campionato di seconda categoria comunque non va considerata un passo indietro anzi rappresenta una tappa fondamentale per il nostro cammino. In tal senso cercheremo di prestare una maggiore attenzione alla società colmando i ruoli lasciati liberi dai dirigenti dimissionari aprendo a tutti quanti volessero dedicare un po’ del loro tempo libero a questi ragazzi.

Maggiore impegno nell’organizzazione societaria quindi. E la squadra? Dopo il buon campionato scorso mi aspetto di conquistare quest’anno sul campo la promozione. L’allestimento della squadra procede bene. Interventi mirati soprattutto nei ruoli nevralgici della squadra. Ci sono vari contatti per sostituire il portiere ed inserire altri calciatori soprattutto giovani in modo da farli crescere insieme a noi così com’è avvenuto l’anno scorso con Conte, Schember e Santoro. Confermato in blocco lo zoccolo duro della squadra tipo Turco, Pisani, Chiacchio per fare qualche nome mentre la ciliegina sulla torta è la conferma di Paolo Liotto (ex Atripalda) che ha deciso, per affetto e riconoscenza verso questa società, di restare a Carinaro rifiutando offerte di squadre di promozione e eccellenza. Sarà poi compito del nuovo direttore sportivo completare una rosa di 22 calciatori ed affidarla al tecnico e tentare la scalata in prima.

La guida tecnica? Cambiare tanto per cambiare non porta nulla. Mister Cottuno ha dato tanto a questa società e di questo ne siamo riconoscenti. Ma non vogliamo commettere gli errori dell’anno scorso perciò aspettiamo prima la definizione di tutti i ruoli societari e poi tutti insieme sceglieremo il tecnico. Tempo ne abbiamo visto che l’inizio della preparazione è stato fissato dopo la prima decade di settembre.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico