Aversa

Normanna, l’appello di Lettieri: “Mostriamo l’orgoglio aversano”

 AVERSA. Caro direttore, in merito al ripescaggio dell’Aversa Normanna, da addetto ai lavori e da cittadino aversano, permettimi di fare un pubblico intervento sul tuo popolare sito.

Aversa di nuovo tra i professionisti è una vittoria del duo Spezzaferri-Cecere, ed è giusto sottolinearlo. Come questi due signori da ormai dieci anni stanno regalando, ad una città che forse non merita tanto, il calcio che conta raggiungendo traguardi mai raggiunti in una storia della locale squadra calcistica lunga circa un secolo.

Grazie a loro l’Aversa del calcio ha messo in bacheca una Coppa Italia dilettanti, uno Scudetto nazionale Dilettanti, e la promozione nel professionismo. Il tutto con la vicinanza di pochi tifosi, amici e sostenitori, e con tanti che invece restano alla finestra. Anche questa volta il presidentissimo Spezzaferri e il direttore Cecere, hanno smentito tutti i pronostici, e soprattutto i menagramo, che volevano finito un sogno che purtroppo non è condiviso da tantissimi concittadini.

Ovviamente la stima, oltre che il rapporto di amicizia che mi lega a loro, ma soprattutto l’attaccamento alla mia città, non poteva farmi esimere da far loro dei complimenti pubblici. Lo so sono poca cosa, rispetto agli sforzi e ai sacrifici economici che gli stessi, sostenuti dalle loro splendide famiglie, stanno sostenendo da dieci anni. Grazie a loro tantissimi ragazzi di Aversa e dintorni hanno trovato nello sport la loro alternativa alla strada e magari al cadere in cattive tentazioni. Un valore sociale che non bisogna mai continuare.

Grazie a loro Aversa è normanna per milioni di italiani che leggono i quotidiani sportivi, seguono le trasmissioni calcistiche e il televideo. Tutto ciò mentre la classe imprenditoriale, fatta qualche piccolissima eccezione, continua ad esser latitante. Grazie a loro Aversa ha conquistato le prime pagine (basti ricordare il quadrangolare di lega Pro dello scorso anno!) per cose positive, e non per i soliti eventi delittuosi che contraddistinguono la nostra terra.

Per questo l’auspicio è che, nonostante i tempi di crisi, i privati si sveglino un po’, e che in loro si desti quel senso di appartenenza alla nobile città normanna, contribuendo, nelle forme più opportune ad affrontare questo difficile campionato, che se vedrà la permanenza dell’Aversa Normanna in Lega Pro, ci proietterà nella Serie C unica (dall’anno prossimo parte la riforma con un’unica serie e tre gironi che vedranno le promosse andare direttamente in serie B).

Ai tifosi, ma anche a tutti gli appassionati, l’appello ad esser sempre più numerosi e presenti allo stadio, al fine di fungere da “dodicesimo” giocatore! E poi la speranza che l’Amministrazione Comunale, che in queste ore ospiterà la conferenza stampa, sia davvero presente durante tutto il campionato, fornendo un contributo adeguato in materia di sostegno allo sport.

Infine e concludo, un grazie a te, direttore di Pupia.tv, per avermi ospitato e soprattutto un grandissimo grazie a Spezzaferri e Cecere, l’orgoglio di essere aversani!

Giuseppe Lettieri

giornalista e direttore del periodico “Nero su Bianco”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico