Aversa

Movida, polemica per sospensione Ztl

 AVERSA. Ztl sospesa e scatta la protesta di “Democrazia e Territorio” che attacca la decisione del sindaco presa senza tenere conto della realtà della zona.

“Premesso che, scorrendo gli atti pubblicati sul sito comunale, non risulta alcuna ordinanza di sospensione della zona a traffico limitato di via Seggio per il mese di agosto, eliminare la ztl – dice Antimo Castaldo, fondatore del movimento che ha sostenuto la sua candidatura a primo cittadino – basandosi sull’ipotesi che in questo periodo di vacanza non ci sarà la consueta folla con i giovani della movida che occupano la sede stradale di via Seggio e zone limitrofe significa volere ignorare la realtà”.

“Probabilmente – continua Castaldo – c’è chi andrà in vacanza ma di sicuro non saranno i giovani della movida che sono presenti sempre in grande numero in via Seggio nelle ore notturne di ogni giorno, non solo del fine settimana, come abbiamo verificato noi di Democrazia e Territorio che, a differenza di altri politici, non andiamo in vacanza lasciando la città a se stessa”.

Una verifica fatta effettuando anche riprese video per dimostrare in maniera inequivocabile i fatti che cozzano contro la scelta di chi ha sospeso la ztl malgrado la polizia municipale abbia dato la propria disponibilità a proseguire il servizio di controllo oltre le ore 22, così come fatto in questi ultimi mesi.

“Secondo notizie di stampa, verificate da Democrazia e Territorio, la polizia municipale – riprende Castaldo – aveva preparato un turno di servizio nel comando per la giornata di venerdì ma nella mattinata è arrivata la disposizione di sospendere la ztl e tutto è saltato”.

VIDEO

“Di conseguenza – continua – per il mese di agosto i residenti dovranno sopportare ‘musica a palla’, che penetra per buona parte della notte nelle abitazioni dei residenti, anche in quelle dove per difendere il diritto al sonno gli abitanti avevano chiuso le doppie finestre e inserito dei tappi nelle orecchie”.

“Fra avventori allegri, autovetture e musica a palla che è risuonata ben oltre la mezzanotte, per i residenti è stato impossibile chiudere occhio”, ricorda Castaldo, sottolineando che “un’amministrazione attenta ai bisogni dei cittadini deve tutelare i bisogni di commercianti, avventori e residenti e sospendere la ztl con una giustificazione che cozza con la realtà non va in questa direzione ma tutela solo gli esercenti che senza controllo della polizia municipale dovrebbero rispettare delle norme che possono solo ridurre gli incassi”.

Per l’esponente di Democrazia e Territorio “appare logico pensare che nessuno possa volersi autoridurre gli incassi”. Da qui “la necessità di ripristinare la ztl e di autorizzare la polizia municipale e riprendere il servizio di controllo fino alle ore 2 e 30”, come del resto avrebbero chiesto gli stessi vigili urbani allo scopo di mantenere il controllo di una situazione ambientale che con la loro presenza stava avviandosi ad una sorta di normalità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico