Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

I Giovani volontari dei Focolarini impegnati a Marcianise

 MARCIANISE. Grande è stato lo stupore di molti cittadini nel vedere dei giovani volontari provenienti da tutta Italia che, anziché essere al mare, armati di scope ed altri utensili, si adoperavano fattivamente per restituire loro le aree verdi poste sotto casa.

E’ accaduto mercoledì mattina, a Marcianise, nell’area 167, dove circa 50 giovani dei focolarini, provenienti per lo più da Sicilia e Calabria, presenti a Caserta per il Meeting Legalità 2013, sono intervenuti per contribuire a ripulire parte del parco in piazza Aldo Moro, alle spalle della scuola materna “De Felice”, ed il parco retrostante la chiesa dell ‘Area 167.

L’intervento è stato reso possibile grazie alla sensibilità del sindaco Antonio De Angelis, intervenuto in luogo per un breve saluto, verso tali tematiche ed alla completa e fattiva collaborazione ottenuta sia dal personale dell’ufficio ecologia del Comune di Marcianise che dal personale dipendente della ditta che si occupa materialmente del settore ecologia.

Il coordinatore cittadino di “Fareambiente”, Pasquale Colella, che ha lavorato per rendere possibile tale intervento, come già precedentemente dichiarato dal Coordinatore regionale del movimento, Francesco Della Corte, ha ribadito la disponibilità per qualsiasi altro evento futuro, ispirato ai concetti di legalità, etica e tutela dell’ambiente, elementi che contraddistinguono da sempre l’efficace e positiva politica che il Movimento ecologista europeo, sotto l’attenta guida del presidente nazionale, Vincenzo Pepe, pone in essere da anni, soprattutto nei territori campani. Impegnarsi perchè i nostri territori siano indicati come esempio di legalità e dinamismo positivo e non più come “quelli della monnezza o della camorra”.

Nonostante tali fenomeni negativi, con forza e costanza riusciremo, tutti insieme a voltare pagina, senza distinzioni di pensiero o di bandiera. Legati dal sentimento comune di riscattare questa terra che, da troppi anni e per colpa di pochi, è stata fatta oggetto di sgradevoli e pungenti considerazioni e per muoverci tutti insieme sotto una unica bandiera, quella della voglia di fare e della legalità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico