Maddaloni - Valle di Maddaloni

Contributi per riduzione rifiuti, Bove interroga il sindaco

 MADDALONI. Il consigliere comunale del Pdl Luigi Bove ha protocollato altre due interrogazioni consiliari. Il tema, questa volta, è quello legato alla gestione dei rifiuti e al controllo del territorio comunale rispetto al deposito abusivo dei rifiuti.

La prima interrogazione riguarda la posizione del Comune di Maddaloni rispetto al bando indetto dalla Provincia di Caserta avente ad oggetto i contributi da assegnare ai comuni circa la riduzione della produzione dei rifiuti.

Ecco il testo dell’interrogazione consiliare: “Visto che gli Enti locali negli ultimi decenni mettono in atto politiche tese alla riduzione della produzione di rifiuti; tale politica è stata messa in atto anche dalla Provincia di Caserta tramite un apposito bando pubblico denominato ‘Gli Enti Locali, negli ultimi decenni mettono in atto politiche tese alla riduzione della produzione di rifiuti; tale politica è stata messa in atto anche dalla Provincia di Caserta tramite un apposito bando pubblico denominato ‘Delibera di giunta regionale della Campania n. 758 del 29.12.2011, decreto dirigenziale dell’Agc 21 n. 33 del 30.12.2011 -assegnazione di contributi ai comuni per la riduzione della produzione dei rifiuti e l’incremento della raccolta differenziata’; il bando succitato ha visto l’adesione del Comune di Maddaloni tramite delibera di Giunta Comunale n 283 del 26/10/2012 con un apposito progetto; il bando è stato poi revocato dalla stessa Provincia di Caserta e poi ripubblicato con scadenza il 12 luglio scorso non risulta, dal momento dell’ insediamento della nuova amministrazione comunale, atti deliberativi e/o manifestazioni di interesse per la prosecuzione e/o la conferma, magari anche con modifiche, dell’ atto deliberativo n 283 del 26/10/2013. Si interroga il sindaco per sapere se il Comune di Maddaloni ha aderito, o meno, a tale bando della Provincia di Caserta per l’assegnazione di contributi tesi alla riduzione della produzione dei rifiuti e a politiche di incentivo della raccolta differenziata e di conoscere eventualmente i dettagli del progetto”.

L’altra interrogazione riguarda, invece, la mancata attuazione del progetto Guardie ambientali volontarie, intrapreso dallo stesso Bove, in sinergia con la Provincia di Caserta, quando ha ricoperto l’incarico di assessore comunale all’ambiente. “Con i vigili urbani – ha detto Bove – mettemmo in atto un’azione di controllo del territorio anche con positivi riscontri e avevamo già predisposto tutto, con la Provincia, per avere le Guardie Ambientali. Vorrei sapere dal sindaco se intende proseguire su quella strada o meno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico