Italia

Processo Mediaset, Coppi: “Puntiamo all’annullamento radicale”

 MILANO. “Vado in giro con le corna, sono superstizioso
e non faccio previsioni. Ma è chiaro che puntiamo all’annullamento radicale
della condanna” a Silvio Berlusconi.

Lo ha detto l’avvocato dell’ex premier, Franco
Coppi
nella pausa dell’udienza iniziata martedì mattina in Cassazione del
processo Mediaset, che vede tra gli imputati il leader del Pdl Silvio
Berlusconi, condannato in appello a 4 anni di reclusione e all’interdizione per
5 anni dai pubblici uffici, con il rischio della messa in discussione del suo
status di senatore. Due ore è durato l’intervento di Amedeo Franco, relatore del Collegio.

Coppi, parlando con i giornalisti
ha definito la relazione del giudice Franco “completa”.

“Adesso – ha concluso –
possiamo cominciare la discussione su un terreno già preparato”. “Io sono
superstizioso, se chiedete che mi aspetto rispondo che ovviamente mi aspetto di
vincere. A volte vince anche chi pareggia. Noi diciamo che il reato di frode
non è configurabile – ha detto Coppi ai giornalisti- mi aspetto di vincere 11 a
zero, o 47 a zero, che domande”.

Dopo la paura pranzo era stata la volta del sostituto
procuratore generale della Cassazione, Antonio
Mura
: “È questo un processo carico di aspettative e che suscita passioni ed
emozioni esterne che sono manifestazione del libero dibattito e della vita
democratica, ma aspettative e passioni devono rimanere confinate fuori dallo spazio
dell’Aula giudiziaria”, ha detto.

Mura dopo un’ora ha completato l’analisi dei
ricorsi sulla parte processuale e prima di analizzare la parte che riguarda la
costituzione del giudice ha fatto questa annotazione:

“Registro un risultato
frutto di un’analisi squisitamente tecnica: confermo che il processo Mediaset
si è svolto nel rispetto delle regole di legge e non contrasta con le regole
del giusto processo oltre a non presentare problemi procedurali”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico