Italia

Conti pubblici, da Ue più flessibilita’ per l’Italia. Letta esulta

Enrico Letta ROMA. Arriva via twitter l’esultanza del premier Enrico Letta alla notizia che la Commissione Ue consentirà deviazioni temporanee dal raggiungimento dell’obiettivo di medio termine che consentiranno investimenti pubblici produttivi, cofinanziati dalla Ue”.

Ad annunciarlo il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso. Mercoledì il commissario Olli Rehn scriverà ai ministri per spiegare il nuovo approccio. “Ce l’abbiamo fatta! Commissione Ue annuncia ora ok a più flessibilità per prossimi bilanci per paesi come Italia con conti in ordine”, twitta il capo del governo.

“La Commissione – riferisce Barroso – ha esplorato ulteriori modi all’interno del braccio preventivo del Patto di stabilità (cioè per chi è sotto il 3% di deficit e quindi fuori da procedura, ndr) per realizzare investimenti pubblici non ricorrenti con un impatto provato sulle finanze pubbliche. Oggi, quando la Commissione valuterà i bilanci nazionali per il 2014 e i risultati di bilancio del 2013, considererà di consentire deviazioni temporanee del deficit strutturale dal suo percorso verso l’obiettivo di medio termine (per l’Italia è il pareggio strutturale nel 2014-2015, ndr) fissato delle raccomandazioni specifiche per Paese. Tale deviazione – precisa il presidente della commissione – deve essere collegata a spesa pubblica su progetti co-finanziati dalla Ue nell’ambito della politica strutturale e di coesione, delle reti trans-europee e della ‘Connecting Europe Facility’ con un effetto nel lungo termine positivo, diretto e verificabile sul bilancio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico