Gricignano

LiberaG, ok al coordinamento. “Su EcoTransider e Coop siamo coerenti”

Libera Gricignano GRICIGNANO. Anche dal circolo Libera Gricignano arriva il via libera per la costituzione del coordinamento unico delle forze della maggioranza consiliare.

Iscritti e simpatizzanti del sodalizio si sono riuniti l’altra sera, nella sede di piazza Municipio, per discutere e approvare la proposta lanciata dal coordinatore di “Uniti per Gricignano”, professor Nicola D’Aniello, che punta a coinvolgere maggiormente tutti i sostenitori della coalizione e fungere da tramite tra amministrazione comunale e cittadinanza, per affrontare le problematiche del territorio e avanzare proposte alla maggioranza.

“Abbiamo ravvisato la necessità di coordinare l’azione politica insieme alle altre forze della maggioranza, senza lasciarla ai singoli, sia per lavorare in sinergia con l’amministrazione comunale che per far fronte agli attacchi personali e strumentali quotidianamente mossi dall’opposizione”, fanno sapere da LiberaG.

Durante l’incontro la discussione ha interessato anche due fra gli argomenti “caldi” del dibattito politico cittadino. A partire dalla Ecotransider, l’azienda che si occupa di smaltimento di materiali ferrosi e umidi, ritenuta la fonte dei miasmi nauseabondi che si avvertono nel centro abitato, soprattutto nelle ore notturne. “Abbiamo aggiornato gli iscritti sulla situazione – spiegano dal circolo – e su tutte le azioni che il sindaco e l’amministrazione intendono intraprendere per la risoluzione del problema”.

Proprio il sindaco Moretti, nei giorni scorsi, aveva annunciato: “Attendiamo i primi rilievi che ha già effettuato il Dipartimento di Scienze ambientali della Sun al fine di avere elementi concreti per intraprendere azioni giudiziarie. Abbiamo, tra l’altro, commissionato uno studio all’università per il quale si è in attesa anche di finanziamenti regionali”.

Si è poi passati alla questione della vendita della nuda proprietà e del diritto di superficie degli alloggi costruiti dalla Gricignano7 in prossimità della cittadella Us Navy. LiberaG ha ribadito la sua posizione storica: “Siamo contrari alla vendita. L’argomento, inoltre, non faceva parte del programma elettorale e non è nell’agenda dell’amministrazione comunale. La lettera inviata dal vicesindaco alla Gricignano7, e per conoscenza al Comune di Napoli, aveva, infatti, l’obiettivo di porre un ulteriore freno all’operazione. Pertanto, – hanno sottolineato dal circolo – le accuse dell’opposizione sono ridicole, frutto di un atteggiamento ambiguo e strumentale. Noi, come LiberaG, ci siamo sempre dichiarati contrari alla vendita, e oggi siamo coerenti con quella posizione. Lettieri e Di Ronza, invece, che all’epoca della precedente amministrazione avviarono quell’operazione, ora la avversano e ci accusano di incoerenza, lanciando attacchi personali”. Anche il sindaco Moretti, che nel 2008, quando sedeva fra i banchi dell’opposizione, si dichiarò contrario, nei giorni scorsi ha confermato quella posizione.

Intanto, dopo il placet di UpG, LiberaG, Pd, Noi Giovani (si attende solo il Pdl, che a breve si riunirà),l’attenzione ora è puntata al4 luglio, quando, alle ore 20, tutte le forze della maggioranza si incontreranno per costituire ufficialmente il coordinamento unico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico