Esteri

Snowden, aereo di Morales lascia Vienna

 VIENNA. La
vicenda di Edward Snowden si
complica ogni giorno di più con il rischio di creare dei veri e propri “incidenti
diplomatici”.

Come nel casso dell’aereo del presidente boliviano, Evo Moralescostretto ad atterrare
a Vienna dopo che Italia, Francia e Portogallo avevano vietato il proprio
spazio aereo temendo che a bordo ci fosse proprio Snowden.

“È stata messa
a rischio la vita del presidente Morales”, ha detto il ministro della difesa
boliviano, Ruben Saavedra, che si
trovava nell’aereo, bloccato – ha precisato – in pieno volo, a pochi minuti
all’ingresso nello spazio aereo francese”.

Il no al sorvolo dell’aereo del
presidente boliviano Evo Morales da parte di alcuni paesi europei “è un fatto
estremamente grave”, ha detto oggi il presidente dell’Ecuador, Rafael Correa.

Su Twitter Correa ha
annunciato che insieme al suo collega peruviano, Ollanta Humala, presidente pro-tempore dell’Unione delle Nazioni
Sudamericane (Unasud) “stiamo cercando di convocare un vertice di presidenti
per prendere misure”.

Dopo non poche polemiche, dunque, l’aereo del
presidente della Bolivia Morales è decollato dall’aeroporto di Vienna, dopo lo
stop imposto nella notte nei cieli europei.

Le autorità italiane hanno “confermato”
che l’autorizzazione per il sorvolo dello spazio aereo italiano dell’aereo di
Evo Morales è “vigente”.

Lo ha detto l’ambasciatore della Bolivia in Italia Antolin Ayaviri Gomez in una
dichiarazione alla stampa affermando di aver parlato con la “Farnesina e lo
Stato maggiore” italiano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico