Esteri

Kazakistan, razzo russo esplode dopo il lancio: allarme nube tossica

 BAJKONUR. Un razzo russo “Proton-M”, senza equipaggio, si è schiantato al suolo subito dopo il lancio dal cosmodromo Bajkonur in Kazakistan.

Doveva portare in orbita tre satelliti russi di navigazione “Glonass-M” ma, per un’avaria le cui cause sono ancora da accertare, ha deviato il volo dopo sedici secondi dalla partenza ed è precipitato a circa due chilometri e mezzo dalla base di lancio.

Ora è allarme inquinamento: sul luogo della caduta del razzo potrebbero essersi sversati fino a 500 tonnellate di componenti velenose del combustibile composto da dimetildrazina e amile. Gli inventori del Proton hanno minimizzato i rischi di inquinamento, ma le autorità kazake sono preoccupate e hanno indicato alla popolazione locale di non uscire di casa. I danni preliminari provocati dall’incidente ammonterebbero a circa 200 milioni di dollari.

Si tratta dell’ennesimo fallimento nella sperimentazione del sistema di navigazione rivale dello statunitense Gps. Alcuni anni fa tre razzi Glonass erano precipitati nel Pacifico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico