Caserta

Scherma, la Giannone e la Nedo Nadi gemellate

 CASERTA. Le società schermistiche Asd Giannone di Caserta e la Nedo Nadi Salerno da qualche giorno sono gemellate.

Ne hanno dato notizia il presidente della Giannone di Caserta, Giustino de Sire, e la presidente della Nedo Nadi Salerno, Teresa Russo. E’ il primo esempio, in campo sportivo, in cui si uniscono le storie di due antiche società (la Nedo Nadi creata nel 1948 e la Giannone nel 1961) per un proficuo scambio di esperienze, tese al miglioramento dello sport schermistico.

L’annuncio del gemellaggio è avvenuto nel corso di una interessante riunione, svoltasi presso la sala d’armi della società casertana, alla presenza di numerosi addetti ai lavori, nel corso della quale sono state annunciate molte novità. La proficua seduta lavorativa è stata aperta dalla relazione del maestro Giancarlo Toran, da molti anni presidente dell’Aims (Associazione Italiana Maestri Scherma), che ha proiettato il video dell’ incontro della finale di spada individuale nelle ultime Olimpiadi di Londra 2012 e, utilizzando un innovativo software, ha sezionato l’intero assalto evidenziando non solo la pregevole tecnica dei due campioni, ma soprattutto la tattica che ha consentito al venezuelano Ruben Limardo di conquistare l’ oro olimpico.

E’seguita poi una interessante discussione tra i vari maestri presenti in sala, tra cui Aldo Cuomo del Posillipo Napoli, Ewa Kowaleczyk della Nedo Nadi Salerno, Wilfredo Loyola del Club Scherma Loyola di S.Maria C.V. e lo stesso Giancarlo Toran della Pro Patria di Busto Arsizio, che ha fatto emergere ulteriori spunti di riflessione su come impostare e condurre un assalto di spada. Nell’occasione la Asd Giannone di Caserta ha presentato il nuovo staff tecnico, affidato alla maestra Ewa Kowalczyk, atleta di notevole spessore, pluricampionessa polacca di spada femminile, dal 1995 tesserata con la federazione italiana, che ha conquistato importanti vittorie in campo nazionale, europeo e mondiale.

La seduta si è conclusa con un assalto di spada tra il salernitano Carlo Gallo ed il casertano Pasquale d’ Andrea. Alla manifestazione hanno partecipato il consigliere nazionale della Federazione Italiana Scherma, Luigi Campofreda, la vicepresidente del comitato regionale campano della Fis, Monica Digiacomantonio, il presidente provinciale Fis, Giustino de Sire, e numerosi altri ospiti che hanno molto apprezzato questa iniziativa.

Il pomeriggio, come tutte le cose interessanti, è passato in fretta ed ha dimostrato quanto interesse si può destare anche su aspetti squisitamente tecnici se ben argomentati ed illustrati. Con grande piacere si è assistito ad un proficuo scambio di idee, tra maestri di diverse società e che si sono confrontati nel sostenere le loro idee.

La Asd Giannone ha infine comunicato l’ intenzione di proseguire su questa strada promettendo, in un prossimo futuro, ulteriori iniziative legate anche a temi extraschermistici, per riportare l’attenzione su di un sano associazionismo, vero motore per la condivisione ed il raggiungimento di obiettivi comuni.

A conclusione della giornata è stata annunciata l’idea di intitolare la sala d’armi della società casertana all’ indimenticato professore Rodolfo Iodice, che nella sua lunga attività magistrale ha avvicinato oltre mille ragazzi alla scherma, creando quella società che oggi, sapientemente gestita da suoi ex allievi, è diventata una solida realtà nel panorama nazionale della disciplina.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico