Caserta

Patrizio Rispo e Mario Porfito al Don Bosco

 CASERTA. Andrà in scena il prossimo 11 luglio, dalle ore 21, al Teatro “Don Bosco” di Caserta, la commedia musicale “Il Montagnone”, satira sull’arroganza del potere, ideata e diretta da Annamaria Panzera.

L’artista, di origine casertana, già nota al grande pubblico soprattutto come scrittrice di romanzi, è al suo debutto come regista teatrale. Il Montagnone è uno spettacolo-evento, che vede in scena numerosi giovani di talento, sostenuti e guidati da due maestri d’eccezione molto noti al grande pubblico, che figurano nel nutrito cast: Patrizio Rispo e Mario Porfito. Amici nella vita e acclamati maestri di recitazione, i due straordinari attori, convinti assertori della necessità di incoraggiare i giovani ben motivati ad estrinsecare le loro potenzialità, hanno “fatto scuola” portando in scena una ventata di novità e facendosi garanti di una consistente dose di fiducia, riposta in giovani artisti alla loro “prima volta”.

Il risultato è entusiasmante poiché il testo, che si snoda sullo sfondo del “Vesuvio – Montagnone”, attraversando tre momenti cruciali della storia partenopea, tra balli, musica e recitazione – e cioè: la rivolta di Masaniello del 1647, la Rivoluzione napoletana del 1799 e l’età contemporanea – nel divertire gli spettatori, riproduce anche spaccati di vite del passato, caratterizzati da soprusi, presunzione e prepotenza. Così, uno alla volta, prendono posto in scena i personaggi chiave del testo, ovvero il Viceré d’Arcos che, per rimpinguare le casse dello Stato, non esita a imporre alla povera gente tasse sui beni di prima necessità; il re Ferdinando IV di Borbone, che dedito ai suo i piaceri è incapace di governare; e infine, in un passato molto recente, il Governatore, che pur consapevole delle condizioni in cui versa la città a causa del disordine, della sporcizia e dei rifiuti per strada, non fa niente per migliorarle.

Queste tre figure, interpretate da Patrizio Rispo, sono circondate da una serie di personaggi coloriti, a cominciare dal sobillatore Genoino e dal geniale filosofo, interpretati da Mario Porfito, e proseguendo attraverso altri numerosi personaggi che prendono vita dai bravi e convincenti giovani attori. La rappresentazione è a cura della Blukita Film mentre l’organizzazione generale è affidata ad Eddy Armiero, e le musiche Blue Stuff ad Alessandro De Carolis, Massimo De Vita e Carmine Scialla.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico