Aversa

Un elettore: “Dello Vicario e Della Valle perche’ non vanno in opposizione?”

 AVERSA. La polemica innescata dall’ordinanza sindacale che ha trasformato in blu le strisce degli stalli di sosta presenti nelle zone B4 della città sconcerta i cittadini che, dopo le ultime dichiarazioni rilasciate da Marco Villano …

… ma soprattutto dagli esponenti del Pdl Dello Vicario e Della Valle, hanno inviato in redazione numerose mail in cui esprimono il loro parere sul tema. Una mail però ci è parsa particolare e meritevole d’attenzione perché non tocca la bontà o l’efficacia del provvedimento ma chiede di girare una domanda ai due consiglieri ex Alleanza Nazionale ed oggi Pdl Dello Vicario e Della Valle.

Eccola: “Caro Direttore – scrive Daniele Letizia, definendosi elettore Pdl – leggendo per l’ennesima volta di un attacco portato al sindaco di Aversa dai due consiglieri del Pdl, Dello Vicario e Della Valle, che avocano a sé stessi il merito, a quanto pare non riconosciuto, dell’ordinanza che ha cambiato da gialle a blu le strisce di parco Argo e parco Coppola, da oscuro elettore del Pdl, non avendo la possibilità di porre direttamente ai due consiglieri una domanda che da tempo mi balza nella mente, chiedo a Lei di fare da portavoce pubblicandola sul suo quotidiano. Ecco la domanda: spettabili consiglieri, se i metodi del sindaco non sono di vostro gradimento; se come avete dichiarato nella lettera pubblicata ieri dalla Gazzetta a proposito dell’ordinanza sui parcheggi n. 175 del 03/07/2013 il sindaco non sa leggere il Tuel che stabilisce quali sono i poteri e le motivazioni di un’ordinanza sindacale; se, come avete scritto, sull’atto c’è il timbro della polizia municipale e la firma del sindaco e non quella del dirigente facendo intendere che la cosa forse non è regolare; se, come avete scritto, vengono rigettate tutte le idee che nascono dalla mente altrui, come quella del cambio di colore delle strisce che era vostra, quale elettore del Pdl, vi chiedo perché continuate a restare in maggioranza e non passate all’opposizione?”.

“Continuando a criticare le scelte del sindaco – prosegue la mail – non fate certo un bene al Pdl che a livello nazionale, malgrado tutto quanto sta accadendo a Berlusconi, capo della coalizione di centro destra proprio come Sagliocco, fa quadrato difendendo il leader ad oltranza e negando quella che sembra essere l’evidenza, dato che ci sono state anche delle condanne, sia pure non definitive. Voi invece non fate che criticare e sottolineare quelle che considerate anomalie di comportamento nella gestione del governo della città. Se proprio siete convinti che le cose stanno così perché non passate all’opposizione o non presentante una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco? Ne guadagnereste in credibilità”.

“Personalmente – conclude la mail – sarei pronto a rivotarvi ad una prossima elezione ma se vi limitate a criticare metodi e atti senza andare oltre, per quanto mi riguarda non sarà possibile ridarvi fiducia in una qualsiasi competizione elettorale perché ritengo che soprattutto in politica sia necessario un minimo di coerenza e linearità nei comportamenti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico