Aversa

Tribunale, Sagliocco risponde a Stella: “Informazioni strumentali”

 AVERSA. Il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, ha scritto al giornalista Gian Antonio Stella che, in un articolo sul Corriere della Sera, ha criticato l’allocazione ad Aversa del Tribunale di Napoli Nord.

Egregio dottor Stella, leggendo il suo articolo pubblicato in prima pagina sul Corriere della Sera, mi corre l’obbligo, come primo cittadino di Aversa, di precisare che il titolo e alcune affermazioni contenute nel suo scritto non sono rispondenti al vero ed appaiono frutto di informazioni strumentali a Lei date da persone interessate.

Il Tribunale di Napoli Nord “esiste”, essendo stato istituito con provvedimento di legge e la sua allocazione in Aversa è stata il frutto di una scelta, operata dal Ministro Anna Maria Cancellieri,sorretta da ragioni difficilmente contestabili e da un sano pragmatismo ispirato ad una corretta ed economica gestione delle risorse umane e finanziarie.
Il Tribunale di Napoli Nord sarà, infatti, allocato non in una “Grande e Bella Villa”ma in un Complesso Monumentale che si sviluppa su quattro piani ciascuno di un’altezza superiore ai 5 metri e di una superficie di ben 25mila metri quadrati, di cui ben 20mila coperti, oltre ad una confinante superficie di circa tre ettari, già destinata ad Opg, il tutto di proprietà dell’Amministrazione della Giustizia. Il complesso è stato ristrutturato pochi anni or sono. L’allocazione sarà, caso più unico che raro, a costo zero per le finanze statali, posto che il Comune, si farà carico di tutti gli oneri di adeguamento della struttura.

Il Tribunale sarà uno dei pochi in Italia a poter disporre di ben 1.200 posti auto, di cui poco meno di mille già disponibili da subito e tutti situati nelle immediate vicinanze del neo tribunale. Un servizio di navetta, inoltre, faciliterà l’accesso alla struttura a partire anche dall’“Asse Mediano”, importante arteria di collegamento con tutti i Comuni del circondario, anch’essa non distante dal Tribunale e dalle due fermate della linea Metropolitana, che collega la Città di Aversa, con l’hinterland napoletano.
Come vede, Aversa non è “isolata” ma è assolutamente baricentrica rispetto a tutti i Comuni del Circondario, cosa che consentirà a tutti gli operatori di raggiungere il Neo Tribunale da Marano, Frattamaggiore, Casoria, Acerra, Giugliano, in meno di quindici minuti, un tempo di gran lunga minore di quello necessario per raggiungere Napoli o Santa Maria Capua Vetere.

Mi permetto inoltre di far rilevare che, contrariamente a quanto si afferma in maniera strumentale, le indagini sulla criminalità organizzata resteranno di competenza della Direzione Distrettuale Antimafia e quindi, contrariamente a quanto si sostiene in maniera suggestiva ed errata, non subiranno alcuno spezzettamento, così come gli attuali processi riguardanti la criminalità organizzata, continueranno ad essere celebrati presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Nessun ulteriore spezzettamento si avrà per quanto riguarda le decisioni relative ai ricorsi in materia di libertà personale e di misure patrimoniali, che continueranno ad essere trattate e decise dal Tribunale del Riesame di Napoli. Aversa, quindi, è l’unica Città del Neo Circondario, che è stata in grado di porre a disposizione del Ministero della Giustizia una struttura che, per prestigio architettonico, per cubatura, per superficie, per ubicazione è in grado, da subito, senza alcun onere finanziario dello Stato, ed in maniera efficace, di soddisfare tutte le esigenze delle utenze e degli operatori.

Del resto, le ragioni da me espresse sono state illustrate dal sottosegretario Cosimo Ferri, nella seduta del 02.07.2013 alla Camera dei Deputati, in risposta ad una interrogazione del primo firmatario On.le Palma.

Al Tribunale saranno assegnati 110 Magistrati, di cui solo 66 (pari ad 1/3) dei vincitori dell’ultimo concorso.

Egregio Dottore,

non mi pare fuori luogo, infine, sottolineare che, partendo da una pendenza “0”, il Tribunale di Napoli Nord potrà verosimilmente, a fronte dei tempi biblici di altri uffici, assicurare su un popoloso territorio di più di un milione di abitanti, una giustizia in grado di dare risposte rapide ed allo stesso tempo agevolare il carico di lavoro dei Tribunali di Santa Maria Capua Vetere e Napoli per una media rispettivamente di circa il 25% e 15%. Non entro nel merito della scelta di istituire un Nuovo Tribunale che, ovviamente, è frutto di una scelta politica ampiamente e soddisfacentemente illustrata dal Ministro della Giustizia in sede di Plenum del Csm e nel corso della sua recente visita al Tribunale di Napoli.

Per finire, senza nulla togliere al giudice Cantone, che evidentemente non è un buon conoscitore dei luoghi, pur essendo della confinante Giugliano, mi piace ricordare che ildottor Raffaele Numeroso, prestigioso ed apprezzato Capo della Corte di Appello di Napoli per lunghi anni, ha espresso il proprio incondizionato ed autorevole parere non solo alla istituzione del Nuovo Tribunale di Napoli Nord, ma anche alla sua allocazione nella Città di Aversa.

Resto a Sua disposizione per qualsiasi altra notizia che potesse essere utile ad una corretta e completa informazione e mi permetto di invitarla nella nostra Città, perché come Nostro Gradito Ospite, possa rendersi conto personalmente della grande bellezza del Complesso Monumentale Aragonese e dell’intero Nucleo Normanno.

Le sarei grato se volesse pubblicare questa lettera e dare adeguato spazio alle precisazioni che Le ho fornito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico