Aversa

Strisce blu, Villano: “I dirigenti comunali sono veggenti?”

Marco Villano AVERSA. “I dirigenti del comune di Aversa hanno poteri premonitori? Si, perché nell’ultima di una lunga serie di affidamenti per il servizio di sosta a pagamento fatti a favore della cooperativa Azzurra i nostri dirigenti hanno citato un verbale che però sarebbe stato redatto solo il giorno dopo”.

A denunziare quanto da noi già riportato il consigliere comunale del Pd Marco Villano che sul grave episodio continua: “Tutto ciò ha davvero dell’incredibile, ma adesso capiamo anche come mai questi due (oltre che per la grandissima competenza e la riconosciuta professionalità) siano i due dirigenti più coccolati dal sindaco (Diana dirigente di tutto l’ufficio tecnico e se non sbaglio anche ambiente e Accardo sociale e economia) al quale forse riveleranno le uscite del lotto. A noi interesserebbe sapere dai due “stregoni” chi vincerà il prossimo campionato di calcio e se de Laurentis comprerà Verratti”.

“Scherzi a parte – continua Villano – la questione dei parcheggi e un problema mai risolto da quest’amministrazione che procede in modo illegittimo con affidamenti diretti ogni tre mesi non dando quindi stabilita lavorativa ai 13 ausiliari. Va bene sindaco aver abbassato le tariffe ed eliminato il pagamento la domenica, però la qualità del servizio è pessima siamo tornati indietro di 20 anni”.

Per l’esponente democratico si è al caos totale. Afferma, infatti: “Non ci sono più i parcometri, non si è capito ancora se gli ausiliari stanno facendo le multine o no, altro caos per gli abbonamenti ai residenti per non parlare delle strisce gialle. E, a proposito di colori, ma, poi, quelle rosa oggetto di una mozione di un suo consigliere di maggioranza che fine hanno fatto?! Insomma il caos più totale nonostante i santoni!”.

“Noi – conclude Villano – vogliamo dare una mano e chiediamo in primis al presidente della commissione con delega ai parcheggi di pensare un po’ meno ai rimpasti in giunta e di convocare una commissione per studiare una soluzione al problema. Non può certo pensare a tutto il sindaco! Noi pensiamo si debba procedere istituendo una società in house così da poter poi anche assumere finalmente i 13 ausiliari”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico