Aversa

Pdl, resa dei conti dopo la sosta estiva

SaglioccoAVERSA. Continua il dualismo in casa Pdl, tra chi vorrebbe un chiarimento radicale con il sindaco Giuseppe Sagliocco (i tre consiglieri comunali Dello Vicario, Della Valle e Galluccio) che hanno trasfuso le loro perplessità in un documento, …

… e la restante parte dei berlusconiani aversani, anche se con diversi distinguo. Mercoledì sera si è, infatti, registrato un incontro nella nuova sede di via Roma per discutere di una serie di questioni, presenti consiglieri e assessori comunali e componenti del direttivo con l’eccezione di Della Valle che appare sempre più lontano dal Pdl. In breve, archiviate le nomine del vicecoordinatore cittadino da affiancare a Luciano Luciano, si tratterà di Teresa Fusciello, e del tesoriere nella persona di Nicola Torromacco, si è passati ad analizzare il documento di Dello Vicario & company che hanno ribadito la propria appartenenza al Pdl, dichiarando, però, di voler avere le mani libere sino a quando non ci sarà un chiarimento con il primo cittadino, che, secondo i firmatari del documento, sta massacrando senza alcuna logica proprio il Pdl.

Atteso anche l’intervento di Genny Ciaramella, figlio dell’ex sindaco Domenico, più volte chiamato in causa, anche se indirettamente, da Sagliocco nelle sue spedizioni di atti alla procura. Questi ha ribadito che una maggiore condivisione, anche per cercare di far capire meglio le vicende e le decisioni amministrative, prima di partire in quarta, sarebbe auspicabile, fermo restando il diritto dovere di notiziare le autorità giudiziarie in caso di effettivo fumus di reato.

Tutti gli altri presenti hanno espresso più o meno il loro parere con molti che hanno giustificato le modalità comportamentali del sindaco con il suo carattere decisionista, ma senza prevenzioni. In ogni caso, è emersa la volontà di dare una svolta ai rapporti in seno alla maggioranza al rientro dalla sosta estiva.

Prima delle vacanze, invece, dovrebbe risolversi la vicenda della sostituzione dell’assessore Massimo Pizzi, dimissionario. I quadri dirigenti locali del Pdl si sono, infatti, aggiornati alla prossima settimana per dettare i criteri di individuazione del nuovo assessore Pdl. Sono in molti a pensare di chiedere agli attuali consiglieri in ordine di preferenza e, in caso di disinteresse da parte di questi ultimi, a passare ai non eletti il cui primo è Alfonso Oliva che ha già ricoperto la carica nell’amministrazione Ciaramella. Chissà, però, se Oliva sarà gradito all’attuale primo cittadino.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico