Aversa

Parcheggi in Piazza Crispi: “Ma servono davvero?”

 AVERSA. Parcheggi in piazza Crispi, continua la fibrillazione trasversale Pd-Pdl che pretende il rispetto di una transazione annullata di fatto dall’accordo sottoscritto dal sindaco con i responsabili della Ctp, proprietaria dell’area dell’ex deposito oggetto della contesa, …

… che ha consentito l’avvio dei lavori di ricostruzione della palazzina in disuso degli uffici dell’azienda di trasporti, cui seguirà , a detta del primo cittadino, la realizzazione di una nuova piazza con giardini, arredo e parcheggio a raso da 100 posti auto a costo zero per l’Ente locale.

Dopo il manifesto del Pd che rimarcava la necessità di realizzare il parcheggio interrato di tre piani perché previsto dalla transazione del 2004 sottoscritta dall’amministrazione comunale e la Ctp arriva il chiarimento del Pdl attraverso le dichiarazioni di Dello Vicario e Della Valle. I due azzurri ricordano che il sindaco, in Consiglio comunale, spiegò “in modo inequivocabile che la transazione del 2004 non è stata modificata”, ne segue che “è ancora a quella che si deve fare riferimento”, quindi i parcheggi si devono realizzare.

Ma servono davvero? Chiede un gruppo di residenti di via Plauto che, in una mail trasmessa in redazione, segnalano la incomprensibile chiusura del parcheggio pubblico presente proprio in via Plauto a duecento metri, in linea d’aria, da piazza Crispi. “Se la città ha bisogno davvero di parcheggi in zona – scrivono – ci spieghino perché ne viene lasciato chiuso uno che può ospitare e gratuitamente, non essendo a pagamento, una sessantina di autovetture?”. “Inoltre, – aggiungono – basta fare poche centinaia di metri per raggiungere il parcheggio pubblico e gratuito di via Riverso sempre semivuoto o quello poco distante in via Guido Rossa, anch’esso pubblico e gratuito che è costantemente deserto”.

“Come se non bastasse – continua la mail – proseguendo nel giro di verifica dei parcheggi cittadini lasciati inutilizzati c’è quello di piazza Ruberti. Anche se vi sono stalli di sosta gratuiti, per la maggior parte quel parcheggio è a pagamento ma è quasi a costo zero, essendo fissata la tariffa di 1 euro e 50 centesimi per mezza giornata di sosta, ed quasi completamente vuoto a tutte le ore del giorno”.

“A questo punto – conclude la mail – vorremmo sapere perché i nostri politici si ostinano a proporre la realizzazione di nuovi parcheggi. Non è meglio impegnare risorse economiche per realizzare, possibilmente in tempi brevi, cose inequivocabilmente utili alla città ?”. Qualcuno risponda.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico