Aversa

Metropolitana a rilento, Gd: “Urge una soluzione”

 AVERSA. “Il disagio creato al cittadino dal trasporto pubblico campano è, forse, uno dei problemi che sentiamo come immediato durante la giornata, soprattutto gli studenti”.

Lo sostiene Luca Moschetti, responsabile per infrastrutture e trasporti dei Giovani Democratici della provincia di Caserta. “Si parte – continua – dall’aumento spropositato del biglietto per arrivare all’impossibilità totale di utilizzare i mezzi pubblici, come sta accadendo ad Aversa riguardo alla linea metropolitana in questi giorni. Il fatto che su nove vetture ne funzionassero solo due non è certo una cosa di cui andarne fieri, soprattutto per la Eav che raccoglie l’eredità delle vecchie società che si occupavano del trasporto metropolitano. Il disagio è molto sentito ad Aversa e molti lamentano sia l’aumento dei costi, rispetto all’anno scorso, sia per l’impossibilità, per coloro che non sono automuniti, di raggiungere con facilità i luoghi di lavoro o di studio. L’amministrazione societaria, inoltre, non fornisce risposta e preferisce avvisare l’utenza con degli avvisi scritti a penna su fogli di carta attaccati all’entrata della metro”.

“Bisogna trovare – sottolinea Moschetti – una soluzione e farlo in fretta per consentire la continuità del trasporto pubblico e intanto fornire una motivazione valida scusandosi con l’utenza anche per non incorrere nel reato previsto dall’articolo 331 del codice penale, ovvero interruzione improvvisa e senza motivo di pubblico servizio come accaduto già in passato nel caos provocato dal fallimento del consorzio casertano per il trasporto gommato Acms. E dato che anche la Eav rischia il crollo totale per mancanza di fondi, tutto sembra ripetersi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico