Home

Gattuso: “Il Palermo è il mio nuovo Milan”

Rino Gattuso“Cercherò di essere me stesso, tutti gli allenatori mi hanno insegnato qualcosa”. Dice così Rino Gattuso, giacca e camicia senza cravatta, nella conferenza per la sua presentazione alla guida del Palermo.

Pronto alla stagione da tecnico su una panchina italiana di Serie B, contratto (per ora) per un anno. “Dobbiamo subito tornare in serie A, per una possibilità come questa avrei accettato anche gratis” aggiunge Ringhio, ex “mastino” di centrocampo del Milan degli anni d’oro e dello svizzero Sion negli ultimi tempi post-rossoneri. “Sono alla mia prima esperienza, ma vengo da 20 anni di carriera, io il calcio lo conosco. Io il nuovo Conte? Lo spero, la mia squadrà dovrà lavorare tanto e lottare con gli avversari. Per me è il massimo essere qua, questa squadra è il mio nuovo Milan…”.

“Non mi piace fasciarmi la testa prima di spaccarmela” dice ancora sui suoi rapporti con Zamperini. “Sono qua per fare risultati”. “Non sempre i mali vengono per nuocere. La disgrazia del Palermo in serie B ci ha portato però un campione sulla panchina: Rino Gattuso. Il destino ha fatto incrociare le nostre strade” ha detto il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, presentando il nuovo tecnico allo stadio Renzo Barbera.

“Sono molto ottimista per la risalita in serie A – ha proseguito. Questo è il momento della rinascita. Rino mi ha entusiasmato per il suo spirito. E’ un uomo dai grandi valori, al quale voglio dare il mio benvenuto al Palermo. Stiamo lavorando in team”. Ai giornalisti il patron dice anche: “Siate partigiani, incoraggiate la società e i giocatori”.

“Torneremo in serie A”, intonano i tifosi appena il nuovo tecnico Rino Gattuso si affaccia dal primo piano dello stadio. Contestato duramente invece il presidente Zamaprini, che i tifosi chiamano “buffone”. “Vattene” gli gridano mentre si allontana con la sua auto. Cori a favore di Fabrizio Miccoli.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico