Gricignano

Cooperative, l’opposizione al vicesindaco: “Buciard e menzogner”

 GRICIGNANO. La vicenda della vendita della nuda proprietà e del diritto di superficie, al Comune di Napoli, dei 150 alloggi situati nelle vicinanze della Us Navy continua ad essere al centro di una dura polemica.

L’opposizione sposta il mirino nei confronti del vicesindaco e delegato all’urbanistica, Andrea Aquilante, accusandolo di aver tenuto nascosta una comunicazione, a sua firma, inviata alla Gricignano 7, società nell’orbita della Mirabella dei Coppola che ha realizzato gli appartamenti, e per conoscenza al Comune di Napoli, in cui, dopo aver riassunto la vicenda, invitava “a non assumere iniziative che si pongano in contrasto conledeterminazioniassuntedel Comune di Gricignano”. Comunicazione risalente al 19 marzo, che lo scorso 20 giugno Aquilante ha pubblicato su facebook.

E così, sabato mattina, attraverso un pubblico manifesto, dal titolo “Buciard e menzogner”, i consiglieri di opposizione Vittorio Lettieri, Vincenzo Santagata e Gianluca Di Luise, insieme ai circoli Udc, VII Miglio e Gricignano in Movimento, si sono chiesti “perché il vicesindaco perché abbia fatto passare tre mesi per rendere pubblica la comunicazione che il 19 marzo è partita dal Comune di Gricignano, a firma ‘esclusiva’ dello stesso, indirizzata al Consorzio per Gricignano, Gricignano Sette e al Comune di Napoli”. “E’ chiaro – incalzano dalla minoranza – che il vicesindaco, ormai ‘sgamato’ e ‘sbugiardato’, ha pubblicato il 20 giugno su Facebook la comunicazione inviata da lui stesso solo per rimediare alla pessima figura già maturata”.

L’opposizione si chiede, poi, “come mai il sindaco Andrea Moretti, durante il Consiglio comunale del 29 maggio scorso, alle richieste sull’argomento, non ha palesato l’esistenza di questa comunicazione. Forse non ne era a conoscenza, visto che la comunicazione è stata sottoscritta solo dal vicesindaco, oppure, peggio, ancora ha voluto nascondere al Consiglio e ai propri cittadini l’esistenza di questa comunicazione?”. Due sono le ipotesi per la minoranza: “O il sindaco ha mentito sulla vicenda, oppure il vicesindaco ha agito arbitrariamente senza il consenso dello stesso sindaco e dei consiglieri di maggioranza. In ogni caso siamo rovinati!”.

Nel manifesto si fa anche riferimento alla richiesta di atti che, il 16 maggio scorso, il consigliere Vittorio Lettieri aveva presentato proprio in merito all’eventuale esistenza di corrispondenza intercorsa tra il Comune di Gricignano e il Comune di Napoli in riferimento alla vendita della nuda proprietà. A tal proposito, Lettieri aveva chiesto lumi al segretario comunale che, dopo un mese, il 13 giugno 2013, rispondeva che “le sole notizie in possesso della sottoscritta sono solo quelle ascoltate nell’ultimo Consiglio comunale del 29 maggio 2013 in cui è stato affrontato l’argomento. La sottoscritta non è in possesso di atti relativi a quanto richiesto”.

Ma la minoranza sottolinea che oggi, “‘magicamente’, dopo l’ennesima sollecitazione, la comunicazione viene fuori ed è chiaro, quindi, che la maggioranza consiliare pone in essere atti ufficiali senza nemmeno degnarsi di mettere a conoscenza il segretario comunale, il quale dovrebbe essere la maggiore espressione della legalità e della correttezza degli atti amministrativi, su una questione, tra l’altro, molto importante qual è la vendita degli immobili esterni alla base Us Navy, facendogli fare, suo malgrado, brutte figure. In verità, non ci meravigliamo più di tanto, tenuto conto delle continue ‘pagliacciate’ a cui sono costretti ad assistere quotidianamente i cittadini di Gricignano”.

Al contrario del vicesindaco, l’opposizione ritiene “che, proprio a seguito della missiva inviata il 19 marzo, il Comune di Napoli abbia invitato il Comune di Gricignano all’incontro del 15 maggio scorso sulla vendita della nuda proprietà al Comune capoluogo. Lo stesso vicesindaco, sbagliando, ritiene che la delibera del 2008 sia decaduta, cosa non vera come sancito chiaramente dai pareri dell’Avvocatura di Stato”.

Il quesito, dunque, per l’opposizione è il seguente: “Come mai il vicesindaco abbia riaperto la questione dopo appena tre mesi dall’inizio della nuova consiliatura? E, soprattutto, perché ha tenuto nascosta per tre mesi la comunicazione? E’ possibile che dal 19 marzo ad oggi (quattro mesi) la maggioranza consiliare non ha avuto il tempo di discutere e assumere una posizione chiara sulla questione? Abbiamo qualche sospetto…la cosa non ci quadra!”. Intanto, la minoranza consiliare e i circoli firmatari sottolineano: “Noi ribadiamo il nostro No”.

A seguire la comunicazione inviata dal vicesindaco al Comune di Napoli

Comune di Gricignano di Aversa

Provincia di Caserta

Piazza Municipio, 17

cap 81030

Gricignano di Aversa (Ce)

Gricignano Sette

Piazza Vittoria n. 7

80121 Napoli

Consorzio

per Gricignano

Via Boscariello

Gricignano di Aversa

E p.c.:

Comune di Napoli

Piazza Municipio

Napoli

Oggetto: Proprietà delle aree comprese nel Programma Costruttivo approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 7/94, gi à concesse in diritto di superficie al Consorzio per Gricignano.

In riferimento all’oggetto, corre l’obbligo chiarire la posizione della nuova Amministrazione comunale, sulla questione.

Occorre sottolineare preliminarmente, che l’Avvocatura Distrettuale dello Stato con parere reso in data 27.07.2012 ha evidenziato che, senza il consenso del Comune di Gricignano di Aversa, non è possibile operare in favore del Comune di Napoli, né il trasferimento della proprietà superficiaria né la trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà delle unità immobiliari in oggetto.

In ogni caso la Delibera n. 17 del 04.11.2008 con la quale il Consiglio Comunale di Gricignano per esigenze di bilancio aveva deciso di cedere in propriet à le aree già concesse in diritto di superficie, è da tempo decaduta per non essere mai state poste in essere le modalità di formulazione e accettazione della proposta di trasformazione.

In seguito la Commissione straordinaria, pur colloquiando con le societ à titolari del diritto di superficie, non ha mai assunto alcun impegno limitandosi a chiedere i pareri dell’Avvocatura dello Stato ed, infine, demandando espressamente ogni decisione alla futura Amministrazione comunale democraticamente eletta.

Si precisa, inoltre, che i presunti danni che la societ à Gricignano Sette dice di aver subito (vedasi nota del 3761/2011) non sono in alcun modo ascrivibili a responsabilit à di codesto Ente.

Per quanto esposto, Vi invitiamo a non assumere iniziative che si pongano in contrasto con le determinazioni assunte da codesto Ente.

Si resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Gricignano di Aversa (CE), lì 19.03.13

Il Vice Sindaco e Assessore all’Urbanistica

Arch. Andrea Aquilante

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico