Esteri

Maltempo nel Centro Europa: pioggia e freddo da Praga a Berlino

 PRAGA. Cinque morti e otto dispersi. E’ il bilancio provvisorio dell’ondata di maltempo che, con piogge torrenziali, inondazioni e smottamenti, ha colpito una vasta regione dell’Europa centrale.

In Repubblica ceca, Germania e Austria sono state mobilitate unità dell’esercito per contribuire alle operazioni di soccorso. Migliaia le abitazioni evacuate nella regione più colpita, dove molte strade sono state chiuse ed i servizi ferroviari interrotti.

In Repubblica Ceca sono già 4 le vittime del maltempo nella Repubblica ceca, che da giorni combatte con l’emergenza inondazioni come altri Paesi del centro Europa. Il bilancio è stato fornito stamani dalla polizia che ha parlato anche di 4 dispersi. E, in nottata, sono state evacuate complessivamente 2.695 persone, dalle aree vicine ai fiumi, in tutto il Paese. Quattordici le regioni particolarmente colpite. Il corpo di un uomo di 82 anni è stato trovato la notte scorsa a Mokrany, nei pressi di Benesov, in Boemia centrale, mentre il cadavere di un 55enne è stato recuperato dalle acque del fiume di Upa, a Trutnov, nel Nord. Ieri erano invece morte due persone sotto i detriti di una casa, a Trebenice, nei pressi di Praga. Secondo le ultime informazioni, la polizia sta cercando altre quattro persone che risultano disperse. Due canottieri sono probabilmente caduti ieri nell’acqua mentre facevano rafting nella regione di Beroun, nella Boemia centrale. La pioggia incessante ha fatto straripare la Vltava (Moldava), rendendo necessaria la chiusura di alcune zone nel centro di Praga. Chiusi sono ad esempio gli accessi allo storico Ponte Carlo o all’isola di Kampa e anche alcune fermate della metropolitana.

In Germania, è allerta della Baviera per le continue piogge che mettono a rischio Danubio e Inn. Le città di Passau e Rosenheim hanno proclamato lo stato di emergenza. Ma la Baviera non è l’unico stato colpito in Germania: inondazioni si sono verificate anche in Sassonia, Turingia e Baden-Wuerttemberg. Il cancelliere Angela Merkel ha parlato per telefono della situazione con i premier di baviera e Sassonia.

In Austria, secondo il servizio meteorologico in due giorni si sono verificate le precipitazioni che normalmente avvengono in due mesi. Un uomo è stato trovato morto vicino Salisburgo dopo uno smottamento. Altre due persone risultano disperse nella stessa zona. L’esercito è stato mobilitato a Taxenbach, a sud di Salisburgo, per contribuire nelle operazioni di rimozione di terra e detriti che ostacolano le strade dopo gli smottamenti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico