Esteri

Datagate, Snowden fermo a Mosca

 MOSCA. Edward Snowden, la talpa del Datagate, è ancora nella zona transito dell’aeroporto Sheremetevo di Mosca perché non può comprarsi un nuovo biglietto dopo che gli Usa, che lo accusano di spionaggio, gli hanno annullato il passaporto.

Lo riferisce una fonte dell’entourage di Snowden citata dall’agenzia Interfax L’ex consulente governativo americano non può né entrare in Russia né acquistare un nuovo biglietto aereo e quindi è ancora nella zona transito di Sheremetevo, ha detto la fonte. Snowden è arrivato da Hong Kong a Mosca domenica scorsa, accompagnato da una giornalista ed esperta legale britannica, Sarah Harrison, che fa parte del team giuridico di Wikileaks. Nei giorni scorsi il trentenne americano aveva ricevuto dal governo ecuadoregno anche un documento di rifugiato per un transito sicuro.

“Le minacce americane alla Russia e alla Cina sulla vicenda Snowden non porteranno ad alcun risultato tranne quello di avvicinare ulteriormente Mosca e Pechino”: lo ha twittato Alexiei Pushkov, capo della commissioni affari esteri della Duma, la camera bassa del parlamento russo. Sia la Russia che la Cina si sono opposte alle richieste americane di estradizione di Snowden, arrivato domenica a Mosca con un volo da Hong Kong.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico