Esteri

Afghanistan, talebani pronti alla pace. Karzai sospende negoziati con Usa

 KABUL. Mentre i talebani annunciano di voler tentare un dialogo di pace per porre fine al conflitto in Afghanistan, il governo di Hamid Karzai sospende i negoziati con gli stati Uniti per un accordo bilaterale sulla sicurezza, …

… che dovrebbe permettere a un contingente statunitense di restare in territorio afghano dopo la ritirata delle truppe straniere prevista per la fine del 2014Il motivo della decisione è dovuto alle contraddizioni rilevate fra gli atti e le dichiarazioni degli Stati Uniti sul processo di pace con i talebani.

Due giorni fa, Barack Obama, durante il G8, aveva annunciato che i talebani avrebbero aperto un ufficio a Doha, la capitale del Qatar, e avviato un negoziato diretto col governo di Karzai. È ipotizzabile che Karzai non veda di buon occhio il fatto che Washington abbia ufficialmente affermato di sostenere un processo di pace “guidato dagli afghani”.

Il presidente Usa, da parte sua, nel corso della sua visita a Berlino, ha auspicato che il processo di dialogo appena avviato possa proseguire e giungere a una riconciliazione politica entro il 2014.

Intanto, quattro soldati americani sono stati uccisi in Afghanistan in un attacco contro la base aerea di Bagram, a 60 chilometri a nord di Kabul. I militari sarebbero rimasti uccisi sotto il lancio di razzi o di colpi di mortaio sparati da insorti. La base di Bagram è un’importante piattaforma per i velivoli Usa impegnati nel paese. I talebani afghani hanno rivendicato l’attacco. Finora sono 91 i soldati stranieri, fra cui 68 americani, morti quest’anno in Afghanistan.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico