Cesa

“Sagra dell’Asprinio”, si chiude la 18esima edizione

CESA.

Si è conclusa con successo la18esima “Sagra dell’Asprinio”, organizzata dalla Pro Loco.

L’evento ha preso il via sabato 8 giugno con l’esibizione degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Cesa i quali si sono esibiti in canti e danze ispirate alla trazione culturale del paese. La manifestazione è proseguita con lo spettacolo musicale del gruppo “Calatia Ensamble” che a colpi di tamburi e tammorre hanno incantato i presenti con interpretazioni estemporanee relative alle antiche tradizioni popolari.

La sagra è entrata nel vivo domenica mattina con la visita guidiate nelle grotte, con i presenti che hanno degustato prodotti tipici e sorseggiato il famoso vino asprinio. Prima di calarsi in questo teatro sotterraneo tufaceo gli spettatori sono stati accolti dalle performance di teatro itineranti, a cura di attori professionisti dalla compagnia “L.AR.TE.S.”. E’ seguita, poi, la degustazione in grotta del Vino Asprinio con i prodotti tipici locali accompagnati dalla performance musicale dei “Fagnoni Music School” con il tenore Pietro Quirino. La serata, invece, è stata animata dallo spettacolo musicale del cantautore Peppe Rienzo.

Il week-end è stato animato anche dalla disputazione del “I° Palio di Cesa” che ha visto le quattro contrade: Piscinella, Trivio, Marchesale e Croce Lavarone sfidarsi nei vari giochi proposti tra cui la corsa con i sacchi, il gioco dell’uovo, la corsa con i cerchi e il gioco delle mele per conquistare lo stendardo ufficiale. Dopo due giorni di sport e, soprattutto, divertimento a spuntarla è stata la contrada “croce Lavarone” del bar Sweet Coffee che conquistato il I° Palio di Cesa. Nello spirito della tradizione culinaria locale, è stato allestito in piazza uno Stand Gastronomico, presso il quale è stato possibile gustare cibi abbinabili all’Asprinio, oltre che, i più tradizionali panino e birra.

VIDEO

Soddisfatta dell’ottima riuscita della festa il presidente Anna Mele, che ha affermato: “La manifestazione appena conclusa ha registrato un grande interesse di pubblico non solo locale e questo ci ha molto gratificato. Il lavoro che è stato profuso è stato ripagato dallo straordinario impatto dell’ evento su tutti gli astanti. Il bellissimo risultato è frutto di una grande sinergia di persone e di intenti. Siamo stati uniti per centrare l’obiettivo e non abbiamo fallito. Il mio ringraziamento va ai soci, al mio direttivo, agli amici che hanno collaborato per la buona riuscita della festa di primavera, agli sponsor, ai commercianti e agli imprenditori di Cesa, alle forze dell’ordine, all’associazione Vinci, ai Corpi di Polizia Sanitaria, al gruppo nos di Carinaro, al parroco Don Peppino Schiavone, ai vigili Urbani, ai Carabinieri, ai bar e tutti i ragazzi che hanno partecipato ai giochi di strada, all’Istituto Comprensivo, all’Istituto Alberghiero, ad Antonio Esposito ed infine ma non per ultimo all’Amministrazione comunale. Grazie per il vostro impegno, grazie per la vostra generosità, grazie per la vostra partecipazione, grazie perché abbiamo dimostrato un grande senso di appartenenza alle nostre tradizioni. La Proloco dunque può ritenersi soddisfatta di aver assolto al suo compito istituzionale, ovvero operare in favore del luogo che significa valorizzare le risorse materiali e umane di un territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico