Campania

“Voti della camorra”, Caputo querela il pentito Froncillo

 CASERTA. “Sono esterrefatto dalle dichiarazioni che il signor Froncillo ha reso in aula nel corso di un processo celebrato innanzi il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere”.

Così il consigliere regionale Nicola Caputo reagisce alle dichiarazioni rese dal pentito Michele Froncillo, lunedì, durante il processo Cosentino. Secondo il collaboratore di giustizia, Caputo avrebbe preso voti dal clan Belforte di Marcianise, così come altri politici casertani che avrebbero beneficiato dell’appoggio elettorale dei clan.

“Io non conosco questa persona – afferma Caputo – né altri che impropriamente fanno il mio nome. A distanza di ben cinque anni, Froncillodi nuovo associa il mio nome a fatti e vicendea cui sono totalmente estraneo. D’altronde le poche decine di votida me ottenute a Marcianise, nella tornata elettorale del 2005, sono riconducibili a miei amici e familiari che potrei addirittura indicare uno ad uno”.

Amareggiato ma determinato a chiarire rapidamente la questione, Caputo annuncia di aver dato mandato ai suoi legali per “procedere contro tutti coloro che usano in modo improprio il mio nome e la mia onorabilità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico