Aversa

Consiglio, il Pdl a rischio ridimensionamento

 AVERSA. Geografia del Consiglio comunale in possibile evoluzione nella città normanna, dove il Pdl, attualmente partito di maggioranza relativa, potrebbe perdere tre consiglieri comunali che potrebbero dichiararsi indipendenti con posizioni più vicine al sindaco Giuseppe Sagliocco.

Una mossa che, oltre ad indebolire il Pdl ha come intento quello di togliere un assessorato al partito dell’ex premier Silvio Berlusconi (nella fattispecie quello appannaggio dell’area ex An con Massimo Pizzi) per mettere in giunta un assessore di loro fiducia e meglio visto dallo stesso primo cittadino.

I tre consiglieri Pdl che, in realtà, nel loro dna, di Pdl non hanno molto, sono Stefano di Grazia (proveniente dalla lista Progetto Democratico per Aversa Lista Stabile dalla quale, nella scorsa consiliatura, passò al Gruppo civico dell’allora vice sindaco Nicola De Chiara e, quindi, al Pdl), quasi sempre presente insieme al sindaco nelle occasioni pubbliche; Gabriele Costanzo, imprenditore prestato alla politica, candidato, a capo di due liste civiche, a sindaco in alternativa a Sagliocco e passato al primo stormire di foglie al Pdl; Salvatore Della Vecchia, dipendente della Senesi, la ditta che si occupa dell’igiene urbana in città.

La loro vicinanza al sindaco è stata più volte riaffermata e gli stessi tre, e solo loro, non erano presenti nemmeno alla presentazione del nuovo direttivo cittadino del Pdl. Gli stessi tre, ancora, sono favorevoli a nominare una piazza (lo slargo davanti alle Poste Centrali in viale Europa) a re Franceschiello, al secolo Ferdinando II di Borbone, così come chiesto dal consigliere del Nuovo Psi Raffaele Marino, mentre la restante parte del Pdl, sia assessori che consiglieri, si è detta categoricamente contro, fosse solo sul metodo.

Sulla posizione dei tre il coordinatore provinciale del Pdl, Pasquale Giuliano, ha sottolineato che «La situazione è sotto controllo. Non abbiamo alcuna preoccupazione per eventuali fughe dei tre consiglieri comunali in questione».

Sulla stessa scia il coordinatore cittadino Luciano Luciano che ha dichiarato: «Abbiamo avuto un chiarimento con i tre colleghi consiglieri e sia Stefano che Gabriele e Salvatore hanno ribadito la loro fedeltà al partito».

Ma il Pdl in questi giorni sta vivendo anche un’altra diatriba, ancora una volta, tutta interna, con l’assessore ai lavori pubblici Elia Barbato ai ferri corti con il consigliere comunale Luigi Della Valle. Oggetto del contendere le modalità di reperimento del terreno da destinare a pista di atletica. Accuse e discussioni si sono registrate a mezzo stampa.

Ed ancora una volta è Luciano a cercare di annullare le tensioni createsi, affermando: «Ho sentito sia Barbato che Della Valle ed ho sottolineato come determinate discussioni vadano affrontate, come metodo, all’interno del partito e non sulla stampa, in caso contrario si da esempio di scollamento che in pratica non c’è. La dialettica è giusta, ma in seno al partito. In questo senso, credo che saremo facilitati dal varo di una sede cittadina che ci consentirà di incontrarci con maggiore facilità. A giorni, infatti, inaugureremo la nuova sede di via Roma, angolo via Cavour».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico