Aversa

“Castighi” nella maggioranza. Udc: “Su mozione Lama ci siamo astenuti”

 AVERSA. Iniziano le epurazioni e i castighi dopo l’esito disastroso per l’unità della maggioranza di centrodestra in occasione della discussione della mozione della consigliera comunale autonomista Imma Lama

… relativa alla legittimità degli atti posti in essere dall’amministrazione Sagliocco per quanto riguarda piazza Crispi e, in particolare, l’area precedentemente interessata dal deposito delle tranvie. E’ di sabato mattina la messa in un angolo dell’assessore Udc Raffaele De Gaetano in occasione della conferenza stampa sulla vicenda della Fiera by Night.

L’esponente Udc, pur avendo la delega al settore, si è visto praticamente surclassare dal collega con delega all’urbanistica (!?) Ninì Migliaccio, vera e propria ombra del primo cittadino, e, soprattutto, dal consigliere comunale indipendente Paolo Santulli che, da quando ha avuto il via libera sull’acquisizione (che riteniamo anomala dal punto di vista del diritto amministrativo/urbanistico) di un terreno per la pista di atletica leggera, è da annoverare tra gli adoratori del primo cittadino.

Non a caso erano stati due consiglieri Udc del peso di Augusto Bisceglia e Orlando de Cristofaro ad astenersi sempre su piazza Crispi. I due hanno inviato una precisazione in redazione e bene hanno fatto, per porre rimedio ad un refuso che li indicava come votanti contro la mozione di Lama.

Del resto dall’incipit dell’articolo in questione e dalle considerazioni successive si intuisce che i consiglieri del l’Udc avevano espresso una diversità di voto. Bisogna prendere atto anche delle lunghe e auliche riflessioni del consigliere comunale di Noi Aversani, Paolo Galluccio, che, seppure in maniera più aulica del modesto cronista, non fa che confermare la sua diversità, fosse solo di metodo, sulla vicenda di piazza Crispi. Che, poi, fosse assente per qualsivoglia motivo, risulta relativo.

L’importante è che si sarebbe astenuto, se fosse stato presente, come lui stesso ha riconosciuto. E la circostanza non può che fargli onore, anche se resta la sostanza politica di una diversità di vedute tra quelli che sino a poco tempo fa costituivano i sagliocchiani duri e puri. Ha, quasi certamente, ragione Santulli quando afferma che il problema non è piazza Crispi, ma la tenuta politica della maggioranza.

Ma ogni tanto, come hanno dimostrato la stessa battagliera Lama e i tanti che si sono espressi in difformità al “re”, come i Giovani Democratici chiamano il sindaco, la dignità emerge. E meno male, perché ci lascia ancora qualche barlume di speranza. Sempre in quella seduta di Consiglio comunale si era discusso, in precedenza, di un’altra mozione. Questa relativa al vecchio “pallone” degli evangelisti in via Pirandello, non più utilizzato.

Il consigliere comunale Pd Marco Villano aveva proposto di dare vita ad un punto di aggregazione con attrezzature musicali. In pratica non si è discussa, ma si è solo votato contro. “Quando il sindaco parla di condivisione, confronto e così via – ha dichiarato Villano – cosa intende?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico