Villa Literno

Adotta un’ecoballa, Tamburrino illustra iprogetto a tv franco-tedesca Arte

 VILLA LITERNO. Ha colto nel segno l’iniziativa “Adotta un’ecoballa” promossa dal sindaco di Villa Literno Nicola Tamburrino e dall’associazione Life Care.

Una troupe della televisione franco-tedesca Arte, guidata dal giornalista Salvatore Aloise, infatti ha voluto incontrare il primo cittadino e la presidente dell’associazione Flora Adriana Coviello per capire i dettagli del progetto e le ragioni che li hanno spinti a mettere in campo un’iniziativa del genere. Ne è nato un servizio interessantissimo che sarà messo in onda nei prossimi giorni, anche grazie al sopralluogo all’ingresso del sito di Lo Spesso.

«Era quello che volevamo – ha detto inorgoglito il sindaco Tamburrino – il nostro obiettivo è quello di scuotere le coscienze per arrivare a bonificare un’area su cui sono ammassate oltre un milione e settecentomila ecoballe, pari a due milioni e mezzo di tonnellate di rifiuti. Il fatto che la stampa internazionale si sia interessata al nostro progetto, significa che siamo sulla strada giusta. Quello di coinvolgere l’opinione pubblica, è l’unico strumento che abbiamo per cercare di superare quel conflitto di competenze che, di fatto, paralizza la bonifica dell’area. Come, Comune, purtroppo, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire, con tutte le conseguenze che la cosa comporta».

Tamburrino, come succede per tutte le iniziative istituzionali da un paio di mesi a questa parte, ha registrato il servizio con la maglia della campagna. «Questa maglia è il segno del nostro impegno verso la risoluzione del problema – ha detto – non riuscendo ad avere come, ente, la responsabilità per la bonifica dell’area, abbiamo deciso di affidare, in maniera simbolica, a tutti coloro vogliono sostenere il progetto, l’adozione di un’ecoballa».

Chiunque sia interessato può collegare al sito www.adottaunecoballa.it e compilare il modulo dell’apposita sezione. In questa maniera, adotterà gratuitamente, l’ecoballa e sarà aggiornato costantemente dello sviluppo del progetto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico