Trentola Ducenta

Aumento costo assicurazioni Rca: in campo i sindaci di Nuova Liburia

 TRENTOLA DUCENTA. “Contrastare la sproporzionata crescita del costo dell’assicurazione auto nelle nostre zone”, questo l’imperativo venuto fuori dalla riunione dell’Unione dei Comuni “Nuova Liburia”, cui erano presenti i sindaci Griffo, di Trentola Ducenta, Carbone, di San Marcellino, Piatto, di Frignano, e Magliulo, di Villa di Briano.

A tal fine sarà a breve organizzata una riunione, nella sala consiliare del comune di Trentola Ducenta, con Ania, associazioni dei consumatori e altri soggetti interessati per individuare tutte le azioni “utili a porre fine ad una situazione divenuta intollerabile. Il documento che verrà fuori dalla discussione sarà consegnato ai parlamentari della zona ed inviato alle Istituzioni ed a tutti coloro che possono svolgere un ruolo determinante nella normalizzazione della situazione”.

“Non permetteremo più – continuano congiuntamente i sindaci – che le nostre zone, oltre ad essere penalizzate rispetto ad altre, siano anche criminalizzate. Da indagini e statistiche risulta, infatti, che i sinistri che si verificano dalle nostre parti non siano superiori a quelli che avvengono altrove. Il dato paradossale, poi, che colpisce il nostro territorio è che al virtuoso del sud non vengono riconosciute le agevolazioni riconosciute al cittadino del nord; ma c’è di più: le Compagnie, pur in regime di liberalizzazione sembrano aver stipulato un vero e proprio tacito ‘cartello’, tant’è che le tariffe proposte non si discostano le une dalle altre e spesso le compagnie si prendono il lusso di inviare disdette unilaterali ponendo in difficoltà anche clienti virtuosi che si trovano a dover cambiare compagnia perdendo anche quel poco di bonus accumulato pazientemente. Un po’ come avviene per la benzina, altro settore dove, alla faccia della liberalizzazione, il costo dei carburanti è lo stesso presso tutti i gestori con la particolarità, che comporta notevoli introiti per le compagnie petrolifere, che dall’aumento del prezzo del greggio scaturisce l’automatico aumento del prezzo alla pompa; mentre la diminuzione non comporta variazioni al ribasso del prezzo alla pompa dei carburanti, con l’ulteriore grave danno che gli aumenti successivi partono sempre dal prezzo rialzato e non più modificato. E’ necessario, dunque, intervenire a favore dei cittadini e rompere questi meccanismi che li penalizzanooltremisura e particolarmente quelli del Sud Italia dove a soffrire ancora di più sono proprio i cittadini delle nostre zone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico