Sant’Arpino

Di Santo e le tasse: l’opposizione presenta interrogazione

 SANT’ARPINO. I consiglieri comunali dell’opposizione, in merito alla vicenda della tasse non pagate dal sindaco Eugenio Di Santo per un importo di 90mila euro, di cui oltre 2000 euro riguardano il Comune che dice di “amare”, …

… hanno presentato, in data 15 maggio, protocollo numero 2013.0004946, una interrogazione urgente, al sindaco del Comune di Sant’Arpino, all’assessore alle finanze e al bilancio, al presidente del Consiglio Comunale e al segretario comunale, concernente “Dichiarazione stragiudiziale” relativa a Di Santo Eugenio – U.O – Procedura presso terzi – Equitalia.

La vicenda presenta aspetti oscuri, oltre alla strana situazione di un sindaco che non paga le tasse nel Comune dove amministra, e che dice di amare, e, poi, chiede ai propri concittadini (che “ama”…sic”) tasse non dovute per 600mila euro.

Infatti, il rischio è che la mancata evasione della nota dell’Equitalia faccia scattare una sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di 2.065,83 euro ad un massimo di 20.658,27 euro a carico del Comune e cioè dei cittadini di Sant’Arpino. Aggiungendo così al danno, per il mancato pagamento delle tasse da parte di Eugenio Di Santo, anche la beffa di un consistente danno erariale per le già dissestate casse comunali.

Di seguito, il testo integrale della interrogazione. “I sottoscritti consiglieri comunali, premesso di essere venuti a conoscenza, mediante regolare accesso al Protocollo del Comune, della nota della Equitalia Sud Spa, acquisita al predetto protocollo in data 23 maggio 2012, al n.0004734; preso atto che tale nota riguarda la richiesta di una dichiarazione stragiudiziale nei riguardi della persona del sindaco da rendere entro 60 giorni dalla richiesta; Osservato che la mancata ottemperanza di tale richiesta comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria tra un minimo di 2.065,83 euro ad un massimo di 20.658,27 euro a carico del Comune e cioè dei cittadini di S.Arpino; interrogano le SS.LL. per conoscere quali provvedimenti siano stati adottati e più precisamente se, e quando, è stata resa la richiesta dichiarazione stragiudiziale o l’eventuale stessa dichiarazione per via giudiziale, ai sensi dell’articolo 547 del codice di procedura civile; se siano state prese altre e diverse iniziative in relazione al caso di specie.

La presente interrogazione riveste carattere di urgenza, per evitare che i cittadini di Sant’Arpino oltre al danno di immagine loro procurato per avere un Sindaco che non paga le tasse, e quindi, evasore fiscale, si aggiunga la beffa di un consistente danno erariale per le già dissestate casse comunali, e si chiede, pertanto, l’iscrizione all’ordine del giorno del primo consiglio comunale utile; risposta scritta e con carattere di assoluta urgenza”.

I consiglieri di opposizione

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico