Santa Maria C. V. - San Tammaro

“Ambiente a quattro zampe”: parte campagna di sensibilizzazione

 SANTA MARIA CV. Al via la campagna “Ambiente a quattro zampe”, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini proprietari di cani a raccoglierne le deiezioni.

L’iniziativa – della durata di un mese – è promossa dalle associazioni “Ciò che vedo in città – Smcv” e “Be Here Now”, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere e la collaborazione del comando della polizia municipale.

Per tre domeniche consecutive i volontari delle due associazioni distribuiranno materiale informativo, nonché sacchetti e palette (appositamente realizzati da una delle associate) per la raccolta delle deiezioni canine. Sarà inoltre somministrato un questionario, a un campione di cento cittadini, per valutare l’uso degli appositi ausili da parte dei proprietari di animali. Gli appuntamenti sono, rispettivamente, il 12 maggio davanti alla villa comunale, domenica 19 in piazza Bovio e domenica 26 nei pressi della villetta dei diritti dei bambini in viale Giovanni Paolo I.

“Questa campagna – spiega il sindaco Biagio Di Muro – ha l’importante obiettivo di sensibilizzare non solo al rispetto delle regole, ma anche alla convivenza civile. I diritti degli animali rischiano di essere messi in discussione, come dimostrano i recenti atti barbarici avvenuti in città ai danni di alcuni cani, dal comportamento incivile di alcuni cittadini. Si intende, inoltre, contribuire a un ambiente più pulito evitando rischi per la cittadinanza, specialmente in luoghi molto frequentati da bambini e anziani. Ringrazio le associazioni che hanno promosso l’iniziativa e auspico una forte presa di coscienza da parte di tutti affinché Santa Maria Capua Vetere possa fregiarsi dell’appellativo di città pulita e amante degli animali”.

“Abbiamo deciso – dichiara Donato Trepiccione, presidente dell’associazione ‘Ciò che vedo in città – Smcv’ – di avviare questa campagna nella convinzione che la cultura debba partire dal basso e che più in basso di così non si poteva andare. Non bisogna dimenticare che la raccolta delle deiezioni è un obbligo di legge e che sono previste anche sanzioni per i contravventori. Siamo grati al sindaco Di Muro, agli assessori Paolo Busico e Carlo Russo e al comandante della polizia municipale Francesco De Rosa per il sostegno all’iniziativa e per l’impegno concreto per la sua attuazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico