San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Elezioni, grande partecipazione al vertice tra Palmieri e la sua coalizione

 SAN FELICE A C. Tantissimi i cittadini di San Felice a Cancello che mercoledì mattina si sono ritrovati, davanti al comitato elettorale di via Roma, per partecipare al vertice tra il candidato sindaco Carmine Palmieri e i componenti delle otto liste della coalizione. I lavori sono stati coordinati da Mario Passariello.

Al tavolo, oltre al candidato sindaco, c’erano l’ex primo cittadino Emilio Nuzzo e Biagio Savinelli. Carmine Palmieri ha affermato: “Ho voluto fortemente questo incontro che ci sta dando la possibilità di conoscere meglio i nostri compagni di coalizione. Vi voglio dire che sono molto determinato; voglio una San Felice a Cancello migliore, dove i suoi cittadini possano vivere meglio. Dobbiamo normalizzare questa citta’, dobbiamo darle respiro, dobbiamo dare ai cittadini un governo che lavori per un quinquennio, senza il rischio di doversi fermare quando non si è ancora alla metà dell’opera. Mettero’ a disposizione della citta’ tutta la mia esperienza amministrativa e la mia maturita’. Auguro a tutti una campagna elettorale serena, ma allo stesso tempo dobbiamo essere determinati a raggiungere l’obiettivo finale, perche’ ci sono le condizioni per vincere e amministrare il Comune. Ringrazio tutti i cittadini che questa mattina ci hanno onorato della loro presenza e ai miei candidati auguro un buon lavoro”.

L’ex sindaco Nuzzo ha dichiarato: “Dopo quanto accaduto alla mia maggioranza, abbiamo deciso di continuare il nostro progetto appoggiando Carmine Palmieri. I tanti giovani devono condividere un programma amministrativo per riportare splendore e normalità a San Felice”. Biagio Savinelli ha aggiunto: “Occorre individuare le risorse del territorio, umane e finanziarie, per costruire e progettare il futuro della nostra città. Il candidato sindaco è un importante imprenditore, capace di creare progetti che in meno di un anno possono far volare San Felice a Cancello. Dobbiamo coinvolgere giovani e professionisti locali, affinché possano rilanciare definitivamente il nostro paese, attraverso progetti finanziati anche da fondi regionali, nazionali ed europei”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico