Orta di Atella

Sorvillo si congratula per nascita di nuovo movimento

 ORTA DI ATELLA. L’associazione Libera A.T.S., attraverso il suo presidente Salvatore Sorvillo, si congratula con Gino Cirillo per aver fondato un nuovo movimento politico ad Orta.

“La voce del popolo, oggi più che mai, ha bisogno di pluralismi di nuovi soggetti che possano prendere a cuore le varie esigenze di vita quotidiana. Siamo felici che tale movimento stia mietendo ora dopo ora, giorno dopo giorno, consensi ed adesioni, evidentemente ad Orta si vuole interloquire con soggetti politici che vivano la piazza, vivano il marciapiede, ovvero che non abbiano paura di scendere tra la folla avere il contatto fisico, e che vivano delle stesse problematiche della maggior parte della gente comune.

L’amico Gino Cirillo ci dà lo spunto per, ancora una volta, sottolineare l’invivibilità di questo paese, e lo spreco da parte dell’amministrazione pubblica, del denaro comune. Sono oramai, sotto gli occhi di tutti, la decadente e irreversibile condizione di degrado in cui vertono le strade cittadine, con buche di tutti i tipi e natura, con un traffico al collasso, con inesistenti spazi per i parcheggi pubblici, non meglio va sul fronte dell’inquinamento, con cumuli di rifiuti sparsi qua e là, con un servizio di raccolta che procede a singhiozzo e mal gestito, certamente con nessuna colpa da parte degli operatori ecologici, che vengono pagati singhiozzo e comandati a vanvera, a chi non è capitato, nelle ore di ingresso alle scuole pubbliche di attendere il camion per il servizio raccolta rifiuti, a chi non è capitato di accompagnare il figlio a piedi a scuola e chiudersi la bocca per non respirare la monnezza in putrefazione.

Per non parlare delle aree di parcheggio, presso gli uffici pubblici e le strutture pubbliche o di culto, totale assenza di aree dedicate, la popolazione è cresciuta, ma le aree sono rimaste le stesse, anzi nel nuovo Puc in via Sturzo è stato abolito un parcheggio a servizio della parrocchia di San Massimo. Non meglio va sul fronte parco giochi, il quale con una delibera di affido ad un soggetto privato, lo si è reso ad uso e consumo privatistico, con la nascita di un bar, tavola calda, giochi a pagamento, ovvero abbiamo creato un’attività commerciale su di un area pubblica.

E sul fronte delle cose che non vanno potremmo fare notte, ma sappiamo che tutti i cittadini ortesi sono ampiamente edotti sulla questione. Invece per lo sperpero delle casse comunali le cose cambiano, ci siamo resi conto che tra decretati, staffisti, e premi incentivanti a dirigenti, la macchina comunale, costa tantissimo e a momenti, gli esterni superano, gli impiegati in pianta stabile, altro fronte di sperpero, è la nomina dei consulenti legali esterni, il comune di Orta di Atella, per cause in atto di qualunque natura, è diventato una succursale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, difatti il prossimo anno giudiziario verrà aperto ad Orta.

Poi vi sono i progetti alla Fitzcarraldo, ovvero progetto per impianto fotovoltaico sulle scuole, i tecnici pagati, profumatamente, ma dell’impianto nulla, ampliamento della scuola media, affidato a chi fece scoppiare il caso annullamenti Pdc, è stato ampiamente ringraziato, progetto piscina comunale, e mercato settimanale, ogni anno si ritorna ad affidare l’incarico, etc etc.

Ovviamente, scherzando, si dicono le verità, ma non accusiamo nessuno diciamo solo che ora basta bisogna cambiare registro, cambiare uomini, quindi un augurio ai tanti Gino Cirillo che pulsano ad Orta. Riflettete Riflettete e traete le giuste conclusioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico