Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

La Destra: De Angelis incontra Storace

 MARCIANISE. Anche Francesco Storace, leader della Destra ed ex Ministro della Salute, è intervenuto a dare il proprio sostegno al candidato del centrodestra Antonio De Angelis nella sua corsa per la sindacatura.

Per entrambi bagno di folla: circa 400 i cittadini intervenuti, nella serata del 20 maggio in via Greco, in occasione dell’evento organizzato dal gruppo guidato da Francesco Tartaglione. Nel salutare i convenuti, De Angelis ha puntato l’accento sullo sviluppo del territorio, definendolo “uno dei nodi cruciali che la prossima amministrazione dovrà urgentemente affrontare”.

“Non mi fido – ha continuato il candidato del centrodestra – di chi tratta la questione occupazionale come qualcosa di avulso dalla programmazione politica restante, così come non mi fido di coloro che si ostinano a promettere colloqui, così evanescenti da dissolversi all’alba del giorno successivo alle elezioni. I cittadini, soprattutto i più giovani, hanno bisogno di concretezza, di risposte e di sapere che quella di ‘cercare fortuna altrove’ sia un’opzione, e non la loro unica alternativa. Per riuscire nell’intento è necessaria una doppia pianificazione: l’una attuabile nell’immediato, e l’altra in un arco temporale più lungo. Alla prima tipologia appartiene la stipula di un protocollo d’intesa tra Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Campania e Comune attraverso cui promuovere un’attenta analisi del territorio, che possa portare verso uno sviluppo programmato e razionale”.

“Con me, come sindaco, – ha sottolineato De Angelis -sarà inoltre possibile creare un fondo di incentivi a sostegno di chi intenderà investire nel centro storico, contribuendo così anche alla sua rivitalizzazione. Analogamente si potranno favorire le attività commerciali lì già esistenti. I fondi per sostenere l’iniziativa saranno prelevati dagli introiti derivanti dalla lotta all’abusivismo e dal contrasto all’evasione fiscale; nonché dalla riduzione delle spese comunali. Tale ultimo obiettivo sarà conseguibile non solo ottimizzando i costi di gestione dell’Ente, ma anche attraverso una netta revisione, e conseguente riduzione, dei canoni di locazione attualmente erogati dal Comune per gli immobili affittati. E’ chiaro che se dovessero essere abbassati i limiti del Patto di Stabilità, si potrebbe utilizzare parte del famoso tesoretto per incrementare gli incentivi destinati al rilancio del commercio nel centro storico”.

“Come noto,- ha concluso il candidato sindaco -nostra intenzione è quella di attivare un front office per il reperimento di finanziamenti europei e di prestare particolare attenzione ai bandi per l’erogazione di microcredito alle imprese. Alla seconda tipologia, quella da attuare con scadenze più lunghe, appartiene invece la revisione dell’accordo di programma con l’Ise. La struttura può ancora essere un’ occasione di sviluppo per il territorio e un’opportunità occupazionale per i marcianisani. Come noto, una volta completato e tornato alla sua vocazione originaria, l’Interporto potrà impiegare dai 5000 ai 7000 addetti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico