Italia

Minacce e foto osè della Boldrini: il giornalista si scusa pubblicamente

Laura BoldriniROMA. Antonio Mattia, il giornalista di Fondi simpatizzante di Forza Nuova, indagato per diffamazione aggravata per aver pubblicato su Facebook un fotomontaggio con una falsa foto osè della presidente della Camera, Laura Boldrini, chiede scusa.

L’inchiesta della Procura di Roma (in collaborazione con la Polizia postale) sulle minacce subite e sui falsi fotomontaggi di Boldrini sul web, ha portato alla immediata rimozione delle foto e dei messaggi minacciosi lasciati sulla rete. Ma mentre proseguono gli accertamenti per identificare altri responsabili, il giornalista indagato per il fotomontaggio pubblicato sulla sua pagina Facebook che accostava un’immagine di Laura Boldrini a quella di una nudista spagnola ha inviato una lettera di scuse alla presidente della Camera.

“Le scrivo queste parole – scrive Mattia – per chiedere pubbliche scuse. Se veramente la mia condotta, connotata forse di superficialità ma giammai di propositi lesivi della Vostra immagine e del Vostro decoro, Le ha arrecato la più lieve offesa, me ne pento e me ne dolgo – continua la lettera, postata anche su Facebook – Da marito, ma soprattutto da padre di una ragazza poco più che diciassettenne, mi rendo conto, anche alla luce di questa incresciosa vicenda, che anche quella che viene definita ‘satira osè’, può turbare e offendere personalità sensibili”.

“Con la speranza che voglia comprendere l’effettiva qualità delle mie intenzioni. – conclude Mattia – La saluto con profondo rispetto, e con l’augurio di poter svolgere nella maniera più proficua e più serena il Suo delicatissimo ed alto Ufficio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico