Italia

Fondi del Viminale sottratti e investiti in Svizzera: indagato prefetto

 ROMA. La Procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati il prefetto Francesco La Motta, ex vicecapo dell’Aisi, il servizio segreto civile.

L’inchiesta riguarda i dieci milioni di euro che sarebbero spariti dalle casse del Ministero degli Interni e investiti in una finanziaria svizzera. Il denaro era gestito da Fondo per gli edifici di Culto, di cui La Motta è stato direttore dal 2003 al 2006.

Le indagini, riportano alcuni quotidiani, sarebbero partite da un’inchiesta della procura di Napoli sul riciclaggio e sugli affari del clan Polverino. Inchiesta nella quale a La Motta si contestava di aver favorito la camorra. Gli atti sarebbero poi stati trasferiti a Roma e collegati alla denuncia sull’ammanco al Viminale, denunciato dai responsabili del fondo. Gli inquirenti hanno inviato una richiesta di rogatoria alla Svizzera.

Ma, già da parte sua, a quanto si apprende, il Ministero degli Interni ha in essere un’indagine parallela, incaricando un avvocato dello Stato, un generale della Guardia della Finanza ed un ispettore del Tesoro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico