Italia

Commissioni, è intesa Pd, Pdl e Scelta Civica

 ROMA. Per la Camera andrebbero al Pd 8 presidenze, al Pdl 5 e a Scelta civica una. Al Senato, invece, al Pd vanno 7 presidenze, al Pdl 6 e a Scelta civica una. E’ quanto ne è scaturito dopo l’intesa raggiunta tra Pd, Pdl e Scelta Civica.

Tra i primi eletti allaCamera: Fabrizio Cicchitto (Pdl) presidente della commissione Esteri. Giancarlo Galan (Pdl) è stato eletto, con 30 voti, presidente della commissione Cultura. La commissione Finanze ha eletto Daniele Capezzone (Pdl) nel ruolo di presidente.

Elio Vito (Pdl) è stato eletto, con 28 voti, presidente della commissione Difesa. Francesco Paolo Sisto (Pdl) presiederà la commissione Affari costituzionali. Alla Giustizia, è stata eletta con 30 voti, Donatella Ferranti del Pd. La commissione Bilancio della Camera ha eletto presidente Francesco Boccia (Pd). Guglielmo Epifani (Pd), è stato eletto presidente della commissione Attività produttive.

Michele Meta (Pd) è il nuovo presidente della commissione Trasporti di Montecitorio. Ermete Realacci (Pd) va alla presidenza della commissione Ambiente. Il pd Luca Sani alla Commissione Agricoltura. Pier Paolo Vargiu (Scelta Civica), è stato eletto alla presidenza della commissione Affari sociali.

Al Senato, invece, secondo alcuni Roberto Formigoni avrebbe vinto al ballottaggio con Anna Maria Bernini per la guida della commissione Agricoltura di Palazzo Madama. Intanto, la senatrice del Pd Anna Finocchiaro è stata eletta presidente della commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama. Mauro Maria Marino, del Partito Democratico, va alla presidenza della Commissione Finanze.

Antonio Azzollini (Pdl) è stato eletto presidente della commissione Bilancio. Nicola Latorre (Pd) va alla presidenza commissione Difesa. Mauro Maria Marino (Pd) è stato eletto presidente della Commissione Finanze.

Il presidente della Commissione Esteri del Senato è Pier Ferdinando Casini, eletto con Scelta civica. Sulle commissioni bicamerali, invece, resta ancora tutto in alto mare.

Il Copasir (servizi segreti) e la Vigilanza sulla Rai per prassi vanno all’opposizione. E quindi al Movimento 5 Stelle e Sel che hanno votato contro la fiducia al Governo. Ma alla Camera la Lega si è astenuta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico