Caserta

Settimana culturale nella Diocesi di Caserta

 CASERTA. Doppio appuntamento la prossima settimana, nella sala conferenze della Biblioteca Diocesana di Caserta, due eventi che si intrecciano tra loro con un unico filo conduttore, esempi di pratica cristiana calati nella realtà quotidiana.

Lunedì 27 maggio, alle ore 17:30, si presenterà il libro “La Buona Novella. Storie di preti di frontiera”, Guida Editore, di Ilaria Urbani, giornalista e scrittrice. Il libro, dedicato alla memoria di don Peppe Diana, parroco ucciso dalla camorra di Casal di Principe, testimonia l’impegno di tredici parroci nel difficile territorio che va dalla periferia napoletana al litorale domitio.

Tredici storie che raccontano una Chiesa viva, operosa e caritatevole, a reale supporto dei più bisognosi, attraverso l’opera dei suoi tra i più tenaci messaggeri e figli. Don Franco Esposito, cappellano del carcere di Poggioreale; don Aniello Manganiello, ex parroco di Scampia; padre Antonio Bonato, missionario comboniano a Castel Volturno; padre Carlo De Angelis per il recupero dei tossicodipendenti; padre Fabrizio Valletti, gesuita a Scampia; don Gaetano Romano, a Napoli dal post-terremoto; don Antonio Loffredo, nel rione Sanità; don Felix Ngolo, dal Congo all’hinterland flegreo; don Vittorio Siciliani, memoria storica di Scampia; don Tonino Palmese, referente campano di Libera contro le camorre; don Mario Ziello, nei Quartieri Spagnoli; padre Domenico Pizzuti con le battaglie a favore dei rom; padre Alex Zanotelli e la sua rivoluzione dal basso.

Il secondo appuntamento, martedì 28 maggio, alle ore 17:30, sempre nella Sala Conferenze della Biblioteca Diocesana, in occasione dell’ultima lezione del corso in Storia del Cristianesimo dell’Issr “S.Pietro”, il professor Sergio Tanzarella, docente della Pontificia Facoltà dell’Italia Meridionale, e il professor Fabrizio Mandreoli, docente della Pontificia Facoltà dell’Emilia Romagna, illustreranno l’esperienza di vita di un uomo impegnato civilmente, fin dal secondo dopoguerra, nel sociale e in politica, per approdare poi alla vita religiosa da parroco, lasciando il suo ruolo di docente di Diritto Ecclesiastico all’Università e dimettendosi dal Consiglio Comunale della città di Bologna.

Si tratta di Giuseppe Dossetti, di cui ricorre il centenario della nascita, una figura imponente, che da laico ha contribuito alla stesura della nostra Carta Costituzionale e da religioso ha supportato il cardinale Giacomo Lercaro incidendo, in maniera considerevole, sulle sorti del Concilio Vaticano II. Un fulgido esempio di persona impegnata in tutte le declinazioni della vita. La lezione sarà aperta al pubblico per permettere a tutti di partecipare alla conoscenza di scelte e modelli di vita che ancora oggi possono ripercorsi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico