Caserta

Il 2 giugno primo raduno “La Reggia in Vespa”

 CASERTA. Si svolgerà il prossimo 2 giugno, con partenza dinnanzi la Reggia vanvitelliana, il primo raduno “La Reggia in Vespa”, organizzato dal Vespa Club Caserta con il patrocinio del Comune di Caserta.

La macchina organizzativa coordinata dal presidente del Vespa Club del capoluogo, Gaetano Biscardi, ha messo a punto gli ultimi dettagli per la perfetta riuscita della manifestazione che attirerà in città vespisti da ogni parte della provincia e della regione, ma anche da Puglia, Lazio e Molise, per la gioia degli appassionati del “due ruote” italiano più conosciuto al mondo.

L’appuntamento è alle 8.30 in Viale Douhet (nei pressi della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare) a pochi metri da Palazzo Reale per il ritrovo e l’apertura delle iscrizioni. Alle 10,30 sarà la volta della presentazione del giro ed alle 11,00 i vespisti partiranno per la loro passeggiata tra Caserta e dintorni, con sosta al Belvedere di San Leucio. L’arrivo previsto alle 12,30 nella centralissima piazza Vescovado dove la mattinata si concluderà con l’aperitivo, la premiazione ed i saluti dei responsabili del Vespa Club Caserta.

“Il Vespa Club Caserta è stato ricostituito nel gennaio scorso – spiega il presidente Gaetano Biscardi – e non può esserci occasione migliore per ‘inaugurare’ questa nuova avventura con i nostri associati, con gli amici degli altri club e con tutti gli appassionati che accorreranno il 2 giugno davanti la Reggia. L’obiettivo dell’associazione è promuovere, diffondere l’attività vespistica nell’ambito turistico, culturale e ricreativo, organizzare eventi e manifestazioni al fine di far conoscere le storicità dei pezzi d’epoca alla città di Caserta e non solo. Per questo motivo – conclude il presidente – aspettiamo tutti gli appassionati che amano la mitica Vespa ma anche i semplici curiosi che, sono certo, dopo aver visto i nostri mezzi in bella mostra davanti la splendida facciata di Palazzo Reale e sul piazzale del Belvedere di San Leucio, se ne innamoreranno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico