Palma Campania

Nitto Palma incontra Cosentino in carcere

 CASAL DI PRINCIPE. ”Ho incontrato NicolaCosentinoin carcere. Ho ritenuto opportuno fare una visita alle carceri di Secondigliano e l’ho incontrato, dieci minuti e me ne sono andato via”.

Così Nitto Francesco Palma, neo presidente della commissione Giustizia al Senato ai microfoni di ‘24 Mattino’ su Radio 24. ”Questa vicenda appartiene alla mia sfera privata – aggiunge Palma – comunque non essendomi mai sottratto alle domande, rispondo che sì, nella mia qualità di coordinatore regionale dopo che il provvedimento di non revoca della misura cautelare è stato adottato, ho incontratoCosentinoin carcere. Nella brevità dell’incontro ho visto una persona evidentemente provata da una situazione a cui non è abituato, ma sereno, pronto al giudizio della magistratura”.

Palma è quindi tornato sul caso della mancata candidatura diCosentinoalle ultime politiche: ”Sono convinto che gli elementi a suo carico non siano sufficienti per una condanna. Lo so perché ho letto le carte e sono un magistrato. Ma ora la sorte diCosentinoè nelle mani dei suoi giudici. E i giudici decideranno come meglio riterranno”. ”Mi permetto però di dire – ha aggiunto – che nei provvedimenti nei quali non si è revocata la misura cautelare vi sono state delle valutazioni di carattere politico, e di carattere generale sul mio partito che io ho fortemente stigmatizzato sulla stampa senza che nessuno abbia osato smentirmi o obiettare qualcosa”.

Poi ha sottolineato: ”Avevo sostenuto la ricandidatura diCosentinoma se in questo Paese non è possibile esprimere serenamente o liberamente un’opinione credo che probabilmente forse è opportuno andarsene. Certo, lo dico come paradosso”.

Intanto, l’ufficio stampa del Pdl della Campania precisa che il senatore Palma “si è recato nella qualità di coordinatore regionale in visita ispettiva al carcere diSecondiglianodove ha incontrato l’onorevole Nicola Cosentino per accertarsi delle sue condizioni di salute subito dopo la sentenza del tribunale del riesame che rigettava l’istanza di scarcerazione (ovvero settimane fa)”. “Dunque – si legge in un comunicato – quando la candidatura del senatore Palma alla Commissione Giustizia non sussisteva. L’incontro è avvenuto alla presenza del personale di polizia penitenziaria e non è durato più di 5 minuti”. “E’ vergognoso, pertanto – si aggiunge – posticipare a ieri o a questa mattina l’incontro tra il senatore Palma e l’onorevole Cosentino. Invitiamo Scotto a meditare su quando il Guardasigilli Oliviero Diliberto accolse con tutti gli onori la detenuta Baraldini condannata negli Stati Uniti per reati di terrorismo e trasferita in Italia per l’espiazione della pena residua”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico