Aversa

Linee programmatiche, Esposito (Pd): “Da brividi…”

Carmine EspositoAVERSA. “Si corre il rischio di apparire ripetitivi ma è evidente che questa amministrazione non conosce il termine programmazione”.

Con queste parole il segretario cittadino del Partito Democratico, Carmine Esposito, commenta i lavori che giovedì si sono tenuti durante il Consiglio Comunale. Una seduta che ha visto la presentazione delle linee programmatiche e l’approvazione del bilancio. “Rabbrividisco, o meglio rabbrividisce la città tutta, all’idea che questa amministrazione abbia aspettato dodici mesi per presentare al Consiglio Comunale le linee programmatiche. E il dato ancor più triste per questa città è il modo impassibile e accomodante che questi consiglieri che candidandosi con lo slogan ‘Diversi dall’amministrazione Ciaramella’ stanno riuscendo nell’impresa di fare meno e fare anche peggio. In che modo un consigliere comunale di questa maggioranza può svolgere un lavoro programmato per Aversa se non conosce per un anno cosa intende fare il sindaco e la sua giunta!? Questo denota la totale assenza di una visione futura della città. Un amministrare con le toppe. Riparare un po’ qui e un po’ lì e non raccogliere alcun tipo di frutto”.

“Naturalmente – continua Esposito – molto dipende anche dai traguardi che si è posta questa amministrazione, che a nostro avviso sono totalmente spot mediatici. È incredibile il silenzio su una biblioteca inagibile, sulla questione delle short list, dei cottimi fiduciari, della fiera settimanale, del Puc e tanti altri aspetti che purtroppo vengono trascurati”. “È evidente però – sottolinea il segretario del Pd – che il futuro di questa città non sta a cuore al sindaco e ai suoi consiglieri, è evidente che una città che sceglie di spendere zero, ribadiamo zero, per il turismo è una visione di città che non valorizza le tipicità, le strutture, la storia”.

“Dinanzi a questo scenario, – conclude Esposito – noi, come Partito Democratico, dobbiamo necessariamente vigilare su ogni questione, evitando raggiri, evitando un uso ad personam della città ed evitando che le scelte di pochi se non di uno solo possano caratterizzare e segnare la storia di Aversa. Inoltre auspichiamo che anche i Consiglieri di maggioranza anziché tenere esclusivamente alla durata dell’amministrazione rispettino la volontà popolare che li aveva premiati per la voglia di voltare pagina ad Aversa, purtroppo idea mai realizzata fino ad oggi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico