Aversa

Bisceglia (Udc): “Migliorare trasporti tra Rione Bagno e il centro”

 AVERSA. Modificare, in via sperimentale, il percorso Ingegneria, linea T49NB3A, prevedendo una deviazione da via Fermi, attraverso la via provinciale Aversa-Cesa, fino a piazzetta De Giorgi, …

… con proseguimento lungo via Madonna dell’Olio (tra Cesa ed Aversa) e rientro attraverso la stessa provinciale Aversa-Cesa e via Nobel sul viale Kennedy. E’ la proposta che il consigliere comunale dell’Udc, Augusto Bisceglia, presenterà durante la seduta del Consiglio Comunale. “La città di Aversa – scrive il consigliere nella sua mozione – è servita da trasporto pubblico interno che si articola in tre diversi percorsi, i quali, tuttavia, non coprono in modo uniforme tutto il territorio cittadino, escludendo una zona densamente popolata e periferica: il Rione Bagno, che risulta mal collegato con le strutture pubbliche cittadine”.

Bisceglia, inoltre, sottolinea che “vista la prossimità del Rione Bagno con il centro di Cesa, il collegamento con quel rione permetterebbe di sperimentare gli effetti economici e sociali conseguenti ad un allargamento ad un’utenza sovracomunale del sistema di trasporto urbano, con ricadute positive sul traffico cittadino, rappresentando, in caso di riscontri positivi, una prima tappa di un sistema di mobilità pubblico sovracomunale che interesserebbe la fascia di comuni confinanti con Aversa, quale condizione indispensabile per la realizzazione di un’area metropolitana aversana”.

A tal proposito, l’esponente dei centristi fa presente “la disponibilità del Sindaco di Cesa alla realizzazione di un sistema di concessioni funzionali alla realizzazione dell’area metropolitana”. E chiede al sindaco di rappresentare questa proposta durante un apposito incontro istituzionale da tenere con la società di trasporti.

“Questa modifica di percorso – scrive ancora Bisceglia – richiederebbe un allungamento di soli cinque minuti della durata della corsa, ma determinerebbe un grande vantaggio per i cittadini del rione Bagno, mettendoli in condizione di raggiungere, mediante una linea pubblica, la stazione della metro, l’ospedale, la facoltà di ingegneria, l’Inail, l’Agenzia delle Entrate, i carabinieri ed il tribunale di Aversa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico