Aversa

Area ex Ctp, Lama: “Disattesa la volontà del Consiglio”

Imma Lama AVERSA. Un atto di sfiducia nei confronti del sindaco Giuseppe Sagliocco. Questo il contenuto della mozione della consigliera autonomista di maggioranza Imma Lama sulla vicenda rappresentata da piazza Crispi e dall’ex deposito del Ctp.

La consigliera aversana, dopo aver ricordato, che il Consiglio Comunale, nel 2003, autorizzò una transazione, effettuata successivamente con atto notarile, con le tranvie, ne illustra il contenuto: il Ctp trasferisce al Comune di Aversa sia la piena proprietà del capannone industriale di circa 750 mq., sia la proprietà superficiaria di una area di 2079 mq., sia si impegna a progettare, a proprie spese, un parcheggio interrato, con una capienza massima di 500 posti auto.

Il Comune, poi, nel medesimo atto notarile, riconosce al Ctp la piena ed esclusiva proprietà della ex palazzina uffici e si impegna a progettare e realizzare, a proprie spese, l’edificio che ospiterà il Suap. Il Ctp fa scadere il relativo permesso a costruire che non viene prorogato dall’amministrazione, legittimamente, come dimostrano i giudicati sia del Tar che del Consiglio di Stato a seguito di ricorsi dello stesso Ctp.

Ma a dicembre 2012 c’è un nuovo atto transattivo e, a marzo scorso, un nuovo permesso a costruire, con cambio di destinazione d’uso da uffici ad abitazioni. Un atto che, ad avviso di Lama, disattende il deliberato del consiglio comunale, esorbitando dalle prerogative del dirigente comunale che lo ha emesso, ovviamente in accordo con il sindaco.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico