Villa Literno

Estorsioni a fabbrica di fuochi d’artificio: ordinanza per Ucciero

 VILLA LITERNO. Nella mattinata di venerdì i carabinieri della compagnia di Casal di Principe hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Napoli, su richiesta della locale Dda, …

… nei confronti di Vincenzo Ucciero, alias “Culo ‘e papera”, 44 anni, già detenuto nella casa circondariale di Avellino. Gli è stata contestata un’estorsione aggravata in concorso commessa nel novembre del 2007, per conto del clan dei casalesi – fazione Ucciero-Tavoletta, di cui all’epoca egli era capozona per il comune di Villa Literno, a danno del titolare di una fabbrica di fuochi d’artificio del liternese.

Il provvedimento scaturisce a seguito di una decisione del Tribunale del Riesame di Napoli di annullare la posizione di Ucciero, colpito da ordinanza di custodia cautelare insieme ad altri sei indagati, eseguita il 20 ottobre 2011 dai carabinieri di Casal di Principe. L’arrestato rimarrà, pertanto, recluso nel penitenziario irpino.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico