Sant’Arpino

PulciNellaMente, rappresentazione delle Fabulae Atellanae

 SANT’ARPINO. Si terrà venerdì sera, a partire dalle ore 21, presso il Teatro Lendi, in occasione della serata inaugurale della 15esima edizione di Pulcinellamente, organizzata da Elpidio Iorio, Carmela Barbato e Iavazzo, …

… la rappresentazione dell’Atto Unico dal titolo “De superstitione ovvero … perché facciamo le corna” di Elio Ramot, messo in scena dalla compagnia teatrale “I SudAtella” di Susy Ronga. Tale evento è il risultato della fruttuosa collaborazione tra Pulcinellamente e il Comitato Permanente per il Carnevale Atellano, il quale, in occasione della serata dedicata al teatro nel corso dell’ultima edizione del Carnevale 2013, curò la realizzazione e la rappresentazione di “De Superstitione”, nell’intento di riscoprire e riproporre, con un linguaggio moderno, il genere teatrale delle antiche Fabulae Atellanae, e, anche se l’operazione si presentava rischiosa e complessa, a causa della novità, il pubblico si dimostrò attento ed entusiasta.

Da questo punto di vista decisiva è stata la collaborazione del gruppo di Susy Ronga, il quale, pur costituito da attori dilettanti, dotati, però, di una buona esperienza di palcoscenico, ha fatto proprio il testo e, attraverso una regia collettiva, ha conferito sostanza alle scene e spiccata personalità ai vari personaggi, nel più puro spirito delle Fabuale Atellanae e della Commedia dell’Arte.

Da questa operazione di costruzione scenica sono venuti fuori i personaggi: della Matrona Lucilia (Francesca Dell’Aversana), zia di Maccus e ricca vedova, afflitta dalla superstizione e continuamente alla ricerca di ardenti giovanotti; Maccus (Salvatore Esposito), che, in un impeto di orgoglio, indispettisce la zia e viene diseredato, perdendo tutto, come da tradizione; Cicero Bucco (Umberto Rennella), narratore della Fabula ed intrigante confabulatore; Magister Dossennus (Luca Iorio), famoso iureconsulto, che, pur recitando in latino, fornirà la soluzione contro gli influssi malefici; Bona Puella (Marianna Russo), interprete, traslatio, … “da latino in italico”; Dea ex Machina (Angela Bottigliero), voce fuori campo, fornirà la soluzione del traslatio.

Completano il gruppo di lavoro le ancelle Sabrina D’Antonio e Sonia Francese, la stilista Daniela Mascia, per i costumi, il parrucchiere Francesco Falace, per le acconciature d’epoca, Alessandra per il trucco, Giuseppe Benincaso per la sceneggiatura e Magic Fleurs di Anna Aletta per gli addobbi floreali. Il presidente del Comitato, Virginio Guida, si augura che il rapporto di collaborazione con Pulcinellamente possa continuare ed intensificarsi per il futuro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico