Sant’Arpino

Pd, D’Antonio a Raffaele Lettera: “Pensi a dimettersi”

 SANT’ARPINO. Vorrei conoscere o rammentare la data del nostro colloquio dove il sottoscritto ti comunicava a quale partito politico avessi aderito e in quale tua immaginaria coalizione mi ero candidato nel 2008.

Certamente non ho votato Di Santo, dopo aver capito di essere stato usato dallo stesso per due anni come opposizione alla Giunta Savoia ,discutendo in Consiglio Comunale di argomenti seri e propositivi per il popolo di Sant’Arpino. Come di solito il Di Santo rimaneva appoggiato agli scanni del Consiglio Comunale senza né parlare né fare un solo intervento sugli argomenti che venivano trattati dal sottoscritto.

Tu dove eri? E dove eri quando Di Santo col suo classico “salto della quaglia” trasmigrava dal Partito Popolare alla Margherita, dalla Democrazia Cristiana allo Sdi, finoall’attuale Udc, dove non è riconosciuto nemmeno dal Presidente della provincia di Caserta Zinzi? Come Cammisa ti nascondi dietro ai comunicati scritti sempre dalla stessa mano. Non farti scrivere cose non veritiere.

Quando vuoi sono disponibile ad un confronto anche pubblico, perché a differenza tua non mi sono mai nascosto dietro ad un comunicato, e il mio assessorato è stato foriero di successi, come la riduzione dell’aliquota Ici prima casa al 4%, il condono fiscale, ecc., lasciando l’ente in piena salute.

Invece di pensare alla mia persona, ti invito nel rispetto dei cittadini a dimetterti dopo il fallimento del tuo Assessorato all’Ambiente, in riferimento al commissariamento deciso dal Prefetto di Caserta, per il mancato raggiungimento dei livelli minimi di raccolta differenziata per l’anno 2010 (bisognava raggiungere il minimo che era pari al 35%, ma si è arrivato ad uno scarno 27%).

A fronte di questo fallimento, ai cittadini di Sant’Arpino è costato un compenso di 8.368,44 più spese carburante, per il Commissario Eduardo Oliva da Caserta per la durata di 6 mesi (luglio 2012 – gennaio 2013). Anche per il mancato raggiungimento dei livelli minimi di raccolta differenziata per l’anno 2011 (bisognava raggiungere il minimo che era pari al 50%, raggiungendo solo il 33%) è stato commissariato nuovamente con la nomina del nostro Segretario Comunale Vastano, sempre da parte della Prefettura di Caserta.

Laureando Lettera Raffaele, ti invito a pubblicare tutti gli atti della nomina del commissariamento da parte del Prefetto di Caserta con tutte le dovute relazioni del commissario ad acta, con i dovuti compensi percepiti dallo stesso Commissario, e a non interessarti per chi vota Felice D’Antonio, ma di lavorare bene per quel poco tempo che ti rimane ancora come Assessore, ma soprattutto di rimborsare per la tua negligenza e incapacità gestionale, al popolo santarpinese il danno che hai prodotto all’ente.

Il presidente del Pd Sant’Arpino, Felice D’Antonio

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico