San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

San Marco, area Renzi al lavoro

 SAN MARCO EV. Discutere delle priorità del territorio: lavoro, ambiente, politiche sociali. E questo sia a San Marco Evangelista, sia a livello provinciale, sollecitando il Partito Democratico casertano a fare lo stesso.

Sono questi i temi individuati dal comitato Renzi che ieri è tornato a riunirsi sempre più numeroso a San Marco Evangelista. Presenti all’incontro il capogruppo del Pd Gabriele Zitiello e i due consiglieri Democratici Maria Di Blasio e Giuseppe De Filippo, ma anche il giovane Antonio Izzo, coordinatore del comitato Renzi alle primarie di novembre per il candidato premier, e poi l’ex amministratore e componente del direttivo del locale circolo Pd Aniello Di Maio, i giovani Michele Zitiello (direttivo Pd) e Roberto Zitiello, la componente della segreteria cittadina del Pd Teresa Cavallo, l’imprenditore Agostino Pascariello e tanti altri.

In agenda la necessità di tenere alta l’attenzione del Partito Democratico e della politica tutta alle esigenze del territorio sammarchese, mortificato da un’amministrazione a guida Udc e Pdl, e dell’intera conurbazione casertana. L’area Renzi sammarchese, già compatta alle ultime parlamentarie nel sostegno al leader provinciale Carlo Marino, lavorerà nelle prossime settimane alla organizzazione di un incontro pubblico sui temi della conurbazione casertana e del ruolo che per il suo sviluppo sarà chiamato a svolgere il Partito Democratico.

“L’obiettivo, a San Marco come a Caserta, deve essere quello di tenere alta l’attenzione sulle priorità di questa provincia: lavoro, ambiente, diritti. Il Partito Democratico – sottolinea l’ex sindaco e capogruppo Pd Gabriele Zitiello – non può perdersi dietro i protagonismi e le spartizioni del nulla. Deve invece ripartire dalle sue migliori energie per dare risposte al territorio, risposte che a livello provinciale come a livello locale le amministrazioni guidate dal centrodestra non riescono a dare. Il livello di povertà e di disagio sociale è tale e tanto che ogni discussione ripiegata solo sulle dinamiche e gli equilibrismi interni ai partiti rischia non solo di apparire vergognosamente fuori luogo ma anche di allontanare sempre di più i cittadini dalla politica, alimentando quell’antipolitica demagoga che fa solo male alla democrazia”.

“Noi giovani in particolare – aggiunge Antonio Izzo – vogliamo portare tutto il nostro entusiasmo e la nostra voglia di fare per dare al Partito Democratico quella spinta in più per abbandonare vecchie logiche di apparato e farsi portatore delle istanze soprattutto delle nuove generazioni”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Maltempo in Puglia, il Ponte del Ciolo diventa una "cascata" - https://t.co/QDyUShqdVl

Cesa, approvato progetto esecutivo per rete fognaria in via Fratelli Cervi - https://t.co/hqcTvo9ajv

La cocaina della 'Ndrangheta in Lombardia: arresti tra Corsico e Reggio Calabria - https://t.co/0NwNXg6Kzi

Traffico di droga nel Piacentino con "scalo" al porto turistico di La Spezia: 10 arresti - https://t.co/hZ5ZyeN0tu

Condividi con un amico