Orta di Atella

Guerra nel Pd, i dirigenti: “Non potete scomunicare nessuno”

 ORTA DI ATELLA. L’immobilismo totale dell’azione politica e organizzativa del gruppo dirigente del Pd di Orta di Atella, in particolare del segretario facente funzioni Domenico Iovinella, detto Mimmo, ha inevitabilmente portato i consiglieri comunali ad agire e dare risposte sul piano amministrativo.

Le mutate esigenze di una popolazione profondamente mutata nei numeri ma anche sotto il profilo sociale e culturale, impongono risposte celeri e competenti.

I consiglieri comunali del Partito Democratico hanno ampiamente dimostrato di avere tali caratteristiche, stando costantemente in prima linea nel recepire le indicazioni e le critiche della cittadinanza, assorbendo inevitabilmente anche l’azione politica del partito, mentre alcuni dirigenti rivestivano i panni vecchi delle collaborazioni consociative che per tanti anni hanno condiviso, provocando l’attuale disastro economico, sociale ed urbanistico.

Ad onor del vero è passato un anno esatto dalla decisione assembleare di svolgere il congresso di sezione, ed è un anno esatto che avete rinviato i lavori congressuali bloccando, di fatto, ogni iniziativa politica del partito.

Per questo, il comunicato stampa del 23 aprile 2013 (con cui viene “scomunicato” l’intero gruppo consiliare Pd) assume concretamente il carattere di quanto più politicamente ridicolo, vergognoso e squallido possa esistere in una dialettica interna ad un partito, anche perché, e questo è meglio chiarirlo, non avete alcun titolo per scomunicare nessuno. soprattutto rappresentate soltanto una parte del Pd ed una sparuta minoranza dei democratici di Orta.

Il tentativo di allontanare i consiglieri dal partito non riuscirà a farvi riconoscere il ruolo di leader di una formazione politica che, senza la loro continua azione, nei fatti sarebbe divenuta, in quanto ad incisività nella politica locale, una formazione equiparabile ad un circolo pensionati o ad un club di briscola.

Abbiamo chiesto a più riprese e con documenti formali la convocazione di un’Assemblea di iscritti ed elettori. Forse è questo che vi ha infastidito? Fate riferimento ad associazioni, con cui dite di dialogare ma, in realtà, non rappresentate nessuno, tranne che voi stessi.

Esigete una partecipazione democratica degli iscritti, ma incarnate proprio la negazione di questo concetto. Basti ricordare le consultazioni per le primarie politiche del partito, quando avete, infatti, letteralmente impedito ai giovani del Pd di partecipare ad esse, manifestando, apertamente, la vostra insofferenza nei loro confronti. È naturale che, poi, questi non vi riconoscano più come loro interlocutori. Dividete la sinistra e le persone, invece, di riunirle. Ammettete il vostro totale fallimento e fate spazio!

I dirigenti, gli iscritti ed elettori: Benito Vittorio Dell’Aversana (vicesegretario), Giuseppe Vitale (direttivo – coofondatore Pd Orta), Arcangelo Roseto, Giuseppe Lavino, Domenico Petrillo, Teresa Brancaccio, Adriana Laura Cinquegrana, Giuseppe Piccirillo, Rosaria Cinquegrana, Maria Limongello, Sabatino Cinquegrana e tanti altri.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico